Consigliere Pd: "Giuliani, sparare e prendere bene la mira". E' bufera, censurato dai dem ma molti sono d'accordo

. Politica

Un post choc per la sinistra, soprattutto per la sinistra-sinistra. Quella che per principio e' contro la polizia e dalla parte dei manifestanti, sempre ovviamente che siano di sinistra. Un post, comunque del quale non c'era bisogno e che riapre una tragica vicenda, nel giorno dell'anniversario  della morte di Carlo Giuliani, il giovane ucciso da un colpo di pistola sparato da un carabiniere 16 anni fa, nel corso del G8 di Genova. A Berlusconi appena insediato a palazzo Chigi. Tutto nasce da un consigliere comunale di Ancona, Diego Urbisaglia, 39 anni, che anche se privatamente, ha scritto su Facebook: "Se ci fosse mio figlio dentro quella campagnola, gli griderei di sparare, di prendere bene la mira". "Nel 2001 - prosegue - guardavo quelle immagini e dentro di me tra Carlo Giuliani con un estintore in mano e un mio coetaneo in servizio di leva, parteggiavo per quest'ultimo". Ancora la frase che più fa discutere;: "Si' sono cattivo essenza cuore, ma li' c'era in ballo la vita di uno o dell'altro. Estintore contro pistola. Non ci mancherai Carlo Giuliani" Il Pd lo bolla subito. "Inaccettabile, assolutamente ingiustificabile". Lorenzo Guerini, il vicesegretario dem, odino sanzioni alla Commissione di garanzia per il suo consigliere comunale di Ancona. Molte le critiche ma in molti anche tra gli stessi dem sono d'accordo con lui. La maggioranza degli italiani sicuramente si'. Ormai legalità e sicurezza, parole una d'ordine della destra sono entrate nella testa dei più. Forse proprio su questi temi il Pd sta pagando un ritardo culturale. O elettorale? 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi