Domani 29 settembre compleanno di Berlusconi e Bersani

. Politica

Nati sotto lo segno della bilancia il 29 settembre, domani compiano gli anni, Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani. Il primo del 36 ed il secondo di molti anni dopo del 51. Stesso segno,ma idee opposte sempre con un grande rispetto. Berlusconi e' stato il protagonista della politica italiana da '94 in poi, ma Bersani ha avuto un ruolo determinante nella costruzione del Pd del quelle e' stato segretario per poi mollare tutto per l'avvento di Renzi, al quale disse fin dall'inizio che non avrebbe affidato neppure la gestione di un bar. Ora i due si confrontano in campo aperto, a partire dalla legge elettorale, con l'accordo proprio tra Renzi e Berlusconi per un ritorno ad un proporzionale moderato da un pizzico di maggioritario. Che a Bersani detto "Gargamella", in effetti la somiglianza e' impressionante, che vuole smacchiar il "Giaguaro". Impresa rivelassi fino ad ora improba. Bersani e' stato anche sfortunato, che in politica non e' una giustificazione, anzi…, avendo si' vinto le elezioni, ma vedendosi sfilare la poltrona per la sua cocciuttagine di volere fare un accordo con Grillo. Un disastro che lo ha portato a perdere sia la possibilità di andare a fare il premier che il Pd. Berlusconi ha sorpresa tutti, dopo l'operazione al cuore ha ritrovato anche il cuore della sua gente ed una centralità politica. Entrambi sono imbrigliati in ragnatele. Bersani in quelle di una sinistra sempre divisa e presa da utopie di difficile realizzazione e che vanno comunque contro la pancia della gente. Su migranti e Ius soli per non dimenticare la sicurezza la sinistra rischia di perdere, sia divisa che unita. Berlusconi invece e' quello che punta alla pancia della gente, senza essere un populista, anzi avendo come sogno quello di una grande coalizione. Bisognerà vedere e come si andrà a votare. Si faranno gli auguri?

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi