Referendum successo del centrodestra che ripropone per il Pd la "questione settentrionale" in vista delle politiche

. Politica

Il referendum e' un successo per un nuovo centrodestra, dove necessariamente, sia per motivi anagrafici che politici, Berlusconi conterà di meno, pur restando il perno della coalizione, e la Lega, soprattutto di Zaia, trionfatore in Veneto, che di Salvini di più : ed anche un ottimo biglietto da visita per le prossime politiche. Un vero disastro per il Pd da anni afflitto da una "questione settentrionale" che proprio non riesce a capire mentre si intestardisce a percorrere altre vie, sostenendo temi e posizione sempre meno digeribili al Nord. Se si aggiungono i temi della sicurezze e dell'immigrazione il quadro di completa. Insomma per vincere le prossime elezioni la voce del Nord andrebbe ascoltato anziché ostacolata. Perché' senza il Nord e' chiaro che le elezioni non si vincono. Tra le ragioni della sconfitta del referendum sulla riforma costituzionale di Renzi pesa, in modo forse decisivo, il fatto che l'ex premier anziché puntare su una valorizzazione delle autonomi voleva al contrario ripristinare un sistema fortemente centralizzato. La riforma toglieva anziché dare poteri alle singole regioni. Ora il Pd e molti giornali si mettono a cavillare, ad esempio sul voto elettronico in Lombardia, o sulla minore partecipazione in questa regione rispetto al Veneto,  senza fare un esame di coscienza su un fallimento totale delle previsioni. Una mancanza totale delle così dette antenne politiche. Molti davano un'affluenza interino al 30%, invitando anche a non partecipare al voto.I n Veneto e' stato al contrario un vero e proprio plebiscito con circa il 60% ed anche il quasi 40% della Lombardia e' per la Lega ed anche per Berlusconi un otto risultato. Ricordate il tanto osannato 40$ di voti per Renzi alle politiche? Ora se il governo e il Pd usurano l tattica di tergisverare per non accogliere il grido dl Nord appare abbastanza probabile che chi ha votato al governo voterà per quella parte politica che farà di una riforma sulle autonomie uno dei punti fondanti del suo programma.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi