Ferita aperta sulle banche, pm "scagiona" Pd e papa' Boschi. Renzi esulta

. Politica

Si riaccende lo scontro sulle banche. Durante la seduta di ieri della commissione d'inchiesta il procuratore di Arezzo, Roberto Rossi (che e' stato anche consulente di Renzi a palazzo Chigi) , ha di fatto "scagionato" il Pd sostenendo "singolare" la scelta di Bankitalia di "sostenere così fortemente l'aggregazione di banca Etruria con la Popolare di Vicenza". Ma di più, "papa' Boschi non avrebbe partecipato alle riunioni del Cda incriminate" . Furia del Pd che sente odore di rivincita. Renzi si intesta il match, "Maia Elena scagionata, figuraccia di Visco e Consob". "Emergono le vere responsabilità a iniziare da quelle di Bankitalia", tuona il presidente delPd, Matteo Orfini. Bankitalia pero' ovviamente non ci sta- Da via Nazionale emerge una profonda "irritazione", "costretti a difenderci da un attacco politico". E più di qualcuno ricorda come il pm Rossi sia stato in un recente passato collaboratore di Renzi quando era a palazzo Chigi. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna