C'e' il "patto della Madunina", centrodestra verso l'accordo

. Politica

C'e' il "patto della Madunina". A Milano Berlusconi e Salvini si sono sentiti, e come appariva scontato, si sono ritrovati. Troppo ghiotta l'occasione per non sfruttare il momento di un Renzi in panne nel definire la sua coalizione. La politica ha le sue regole, approfittare sempre di un momento favorevole. Così il Cavaliere e Salvini si sono sentiti per telefono ed e' tornato il sereno. Matteo, quello leghista, esulta:"Con Silvio tutto ok, nessun problema". Anche la Meloni apre: "Ho chiesto la priorità agli italiani nel programma". E chi gliela nega? Intanto la coalizione si potrebbe allargare ad una parte degli ex alfaniani, desiderosi di tornare a casa. E Berlusconi non chiude la porta in faccia ai figlioli prodighi. Per lui le ripicche personali non contano, quando si tratta di allargare, anche se di poco, il consenso. Lupi e i milanesi sono pronti al grande passo, con o senza simbolo del partito. Dipendera' da chi vincerà in direzione. Ma ormai la creatura di Alfano (che non si ricandida in cambio della promessa di Renzi di candidarlo per le europee), e' destinata a spaccarsi in due con la scissione di quelli che perderanno. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi