Di Maio, "Al governo da soli o con chi ci sta". E sull'euro è scontro con Renzi

. Politica

E' scontro tra Luigi Di Maio e Matteo Renzi sull'euro dopo che il candidato premier M5s ha detto che in caso di referendum sulla moneta unica voterebbe per l'uscita dell'Italia: "Una follia" gli ha risposto subito il segretario Pd. "Se si dovesse arrivare al referendum, che però io considero una extrema ratio, è chiaro che io voterei per l’uscita, perché significherebbe che l’Europa non ci ha ascoltato. Ma io vedo oggi un’opportunità dall’Europa" le parole di Di Maio a La7. "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana" la replica dell'ex-premier. Sempre Di Maio a Radio Capital sul tema elezioni ha aperto a sorpresa all'ipotesi di intese con altri partiti dopo il voto: "Certo meglio da soli se M5s raggiunge il 40%..." argomenta il vice-presidente della Camera, ma in caso contrario? "Se dovessimo ottenere il 40%, potremmo governare da soli. Se non dovessimo farcela - spiega in radio - la sera delle elezioni faremo un appello pubblico alle altre forze politiche che sono entrate in Parlamento presentando il nostro programma e la nostra squadra. E governeremo con chi ci sta". Anche qui, sul risultato finale delle elezioni, è scontro a distanza tra Pd e M5s: tutti e due vogliono essere il partito più votato. Quanto ci credono i Cinquestelle è noto ma anche Renzi, pur in calo di consensi, mostra di crederci. In un'intervista al Corriere il segretario Pd dice: "Da maggio a oggi il Pd ha perso 7 punti. Stiamo pagando il fatto che gli altri sono in campagna elettorale mentre noi dobbiamo sostenere la responsabilità del governo e passiamo il tempo a litigare all'interno" ma - aggiunge - "Siamo già co questi sondaggi negativi il primo gruppo parlamentare del paese, vogliamo essere però il partito più votato e scateneremo una campagna elettorale a tappeto per farcela".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi