Marchionne molla Renzi, "Non capisco quello che gli è successo"

. Politica

Marchionne molla Renzi. La fine di un rapporto di sostegno reciproco - un 'asse', lo ha chiamato qualcuno - durato quattro-cinque anni, dal 2012 al 2016, quelli dell'ascesa dell'ex-premier, è testimoniato dalle poche frasi pronunciate a Detroit dall'ad di Fca che, interrogato sui suoi rapporti con l'attuale segretario Pd ha ammesso di essergli stato vicino in passato ma, oggi, di non riconoscerlo più. ''Renzi mi e' sempre piaciuto come persona. Quello che e' successo a Renzi non lo capisco. Quel Renzi che appoggiavo non l'ho visto da un po' di tempo'' ha detto Sergio Marchionne confermando così la fine di un feeling: un altro 'abbandono' che si inserisce nell'onda lunga del calo di consensi registrato da Renzi e dal Pd da quando, dopo il referendum, l'allora premier lasciò palazzo Chigi. Ma i primi scricchiolii nel rapporto si erano avvertiti già all'inizio del dicembre scorso quando Marchionne disse che Renzi "aveva perso qualcosa da quando non era più premier". Nella stessa occasione l'ad aveva anche affermato che “Fca è totalmente filogovernativa, si allinea a tutti quelli che si presentano”.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi