Renzi ha definitivamente cambiato il Pd. Diventa il partito di Renzi con una rivoluzione epocale a sinistra

. Politica

Matteo Renzi ha definitivamente cambiato il Pd, che diventa i suo partito. Così si e' anche blindato in caso di una sconfitta elettorale. Perché avendo i numeri interni dalla sua, con oltre l'80% di fedelissimi, schierati con lui, vuole evitare un Congresso bis che potrebbe metterlo in minoranza. Questa la sua intenzione, poi si sa in politica può succeder di tutto e D'Alema e' li pronto a riprendersi la sua rivincita. Fuori praticamente tutti i non allineati, il Pd diventa di fatto proprietà privata dell'ex premier. Matteo Renzi ha fatto piazza pulita di dissenzienti, scettici, critici  possibili concorrenti. Rnzi ha relegato a posizioni subordinate anche i vari capetti, da Franceschini a Gentiloni ad Orlando che rappresenta il residuo della sinistra interna.  Gli ha lasciati soli senza truppe a disposizione dando vita ad un rivoluzione epocale della sinistra. Ormai il Pd e' un partito si' di centrosinistra ma che ha rottamato rutta la vecchia classe dirigente degli ex comunisti. Ormai sparsi e confusi. Sapranno riorganizzarsi, nonostante le numero faide interne?  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi