Se impasse sara', Berlusconi-Renzi alla prova per nuovo patto

. Politica

La Boldrini dice "Tra Fi e Pd guanti bianchi e prove tecniche d'intesa". E si prende il rimbrotto di Martina del Pd, che non smentisce questa possibilità, ma che ne indica le responsabilità per quanto riguarda la sinistra: "Chi aiuta Forza Italia e Lega e' chi, come Leu, divide il centrosinistra". La presidente della Camera fotografa un possibile scenario senza completarlo. Bisogna anche tenere conto in politica, a parte le proprie visioni ed a volte i propri desideri, di quello che dicono o vogliono fare gli altri. L'arte della politica e' prevedere gli sviluppi senza confinarli nei propri schemi. Se il Cav non otterrà  la maggioranza dovrà valutare per non rimanere escluso dai giochi e  per Renzi in un qualche modo al omento potrebbe rappresentare la sua unica via d'uscita. Pero' Berlusconi ormai non regala più nulla. Ha anche detto "il Patto del Nazareno lo rifarei (riferendosi al passato) ma poi sono stato tradito 17 volte".  Ora per quello che lui afferma e per quelli che sono i dati prospettati dai sondaggi, Berlusconi nel caso di impasse. potrebbe anche cercare un accodo. Ma di Arcore non più del Nazareno. Vale a dire tirerà con se' tutto il centrodestra, più che per questioni di lealtà per questioni di opportunità politica. Da solo il Cav e' il terzo partito, dietro al M5S e lo stesso Renzi. Con il suo centrodestra, grazie alla nuova legge elettorale, e' largamente primo, con una decina di punti in più'. Chi pensa che Berlusconi rinunci a questo vantaggio e' politicamente parlando uno stolto. Questa volta le parti si capovolgerebbero con Renzi in posizione più debole. Ma Berlusconi potrebbe concedergli anche di rimandarlo a palazzo Chigi con un patto di ferro, comprendente ministeri importanti come Salvini agli Interni e la Meloni alla Difesa. Insomma se il Pd volesse trovare un accordo non si può tenere tutti suoi ministri e sperare in un aiuto della sola Forza Italia. Altrimenti scuole politiche a parte vorrebbe dire che della politica gli sfugge molto. Quanto a Gentiloni se le cose andranno verso una vittoria anche se senza maggioranza del centrodestra non ci sono molte speranze. Gli unici a tenerlo in vita con la respirazione assistita sarebbero i padri nobili del Pd ed anche Mattarella. Che pero' per la sua carica non puo' fare più di tanto. Da Salvini e dalla Meloni verrebbe un secco no, non riparabile dal palcoscenico con la Merkel e Macron. Tra l'altro tutto il Ppe europeo schierato con Berlusconi. I "calcetti" europei vengono da altri per antichi motivi e non solo…Juncher ultimo esempio...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi