Previsioni ed impressioni, Centrodestra avanti, Pd potrebbe anche superare M5S molto a macchia di leopardo

. Politica

Si susseguono le previsioni, che poi vengono dai sondaggi riservati fatti fare dai singoli partiti, e non sempre imparziali, e le impressioni dentro e fuori dal palazzo. Un mix che non cambia di molto gli ultimi sondaggi ufficiali di quindici giorni fa,  quando ancora potevano essere noti i dati.  Il centrodestra e' in testa e la sua forbice va dal 35 al 40%, forbice che può volere dire tutto. Probabilmente il centrodestra al Senato avrà la maggioranza, mentre alla camera la battaglia e' aperta su una ventina di seggi. All'interno della coalizione Berlusconi e' in testa su Salvini di un paio di punti, ma non e' da escludere una sorpresa visto lo scarso divario.Il M5S dovrebbe andare forte al Sud, mentre al Nord le sue percentuali sarebbero nettamente inferiori. Per i grillini la forbice va dal 26 al 30%. Ma anche qui non sono escluse sorprese, potrebbero fare il botto nei due sensi, o grande affermazione o sonoro fiasco. Poi c'e' il Pd con una forbice dal 22 al 25%. In questo caso essendo l'unico partito strutturato e' possibile che riguadagni consensi all'ultimo. Alla fine potrebbe anche superare il M5S confermandosi come prima forza del paese. Mentre come coalizione rimarrebbe comunque sotto il centrodestra. Anche i politici annaspano e non hanno le idee chiarissime. Indicativo un fuorionda  tra Salvini-Meloni e Fitto, beccati a parlare di scenari futuri.Inizia Salvini "L'aria e' buona". Il pugliese Fitto, un ex Dc che stava con Berlusconi per poi staccarsene e che ora partecipa alla quarta gamba, con scarse o meglio nessuna speranza di superare la soglia del 3%, fa la civetta: "Al Sud i grilli fanno cappotto" Per la meloni "Salvini potrebbe averla meglio su Berlusconi all'interno della coalizione". Mosa scaramantica del leader del carroccio che comunque si augura un Renzi non eccessivamente indebolito, non al di sotto del 22%. Si vede che anche lui e' eventualmente pronto per un governo di larghe intese con il Pd, lasciando perdere le balle di accordi Lega-M5S. L'impressione di alcuni commentatori e' che l'affermazione del M%S ci sarà si' ma sarà molto a macchia di leopardo. E che alla fine quando si tireranno le somme le percentuali saranno molti minori delle aspettative.  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi