Gentiloni si è dimesso, ora si apre la partita per il governo

. Politica

Lo schema vincente dell'alleanza centrodestra-grillini che ha portato all'elezione di Roberto Fico come presidente della Camera e di Elisabetta Alberti Casellati come presidente del Senato, prima donna a ricoprire questa carica, può essere replicato per la formazione del governo? E' la domanda più gettonata nel Palazzo - e al momento senza risposta - ora che in qualche modo si sono calmate le acque lasciando, metaforicamente eh!, morti e feriti nel campo del centrodestra (malgrado la millantata ritrovata unità dopo lo strappo di Salvini) e una buona dose di amaro in bocca a tanti Cinquestelle, i quali, smaltiti i brindisi per l'elezione di Fico, hanno dovuto contribuire ad eleggere allo scranno più alto di Palazzo Madama una senatrice considerata una berlusconiana di ferro, ex-sottosegretario alla Giustizia nel governo del Cavaliere, nel cui curriculum molti inseriscono anche il contributo alle leggi ad personam e il contrasto alle unioni civili. Ma l'accordo centrodestra-M5s che ha messo ai margini il Pd ha tenuto bene alla prova dei numeri e anche in tempi abbastanza rapidi. Ora si apre la partita del governo con i due schieramenti 'vincitori' nel voto del 4 marzo che si affannano a spiegare che si tratta di una partita diversa da quella istituzionale dell'elezione dei presidenti delle Camere. Di Maio lo va ripetendo insistentemente da una settimana e il centrodestra ha messo nero su bianco, al termine dell'ennesimo vertice - sicuramente su input di Berlusconi che vuole evitare nuovi sparigli da parte di Salvini-  che la doppia elezione di Fico e Casellati non è per niente prodromica ad un accordo per la formazione del nuovo governo. Palazzo Chigi è tutta un'altra storia, assicurano. C'è da credergli? Lo si vedrà presto, con le consultazioni al Quirinale che potrebbero iniziare subito dopo Pasqua. Intanto Paolo Gentiloni si è dimesso ma Mattarella, come vuole la prassi, lo ha invitato a rimanere in carica per gli affari correnti. Questo il comunicato del Quirinale: "Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto, al Palazzo del Quirinale, il Presidente del Consiglio dei Ministri on. Paolo Gentiloni, il quale, in seguito all'insediamento del nuovo Parlamento, ha rassegnato le dimissioni del Governo da lui presieduto. Il Presidente della Repubblica ha invitato il Presidente del Consiglio dei Ministri a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi