Consultazioni, serve un secondo round. Mattarella, "Nessuno ha i voti, mi hanno chiesto tempo"

. Politica

Nessuno ha i voti per presentarsi da solo in Parlamento e avere una maggioranza capace di sostenere un governo, quindi - ha detto Sergio Mattarella - serve un nuovo giro di consultazioni per vedere se è possibile che i partiti raggiungano un'intesa, Insomma serve più tempo come da diverse parti gli è stato chiesto. Si va dunque al secondo round che inizierà probabilmente a metà della prossima settimana e questo tempo supplementare servirà anche al capo dell Stato per far capire, discretamente, a movimenti e partiti che "responsabilmente" vanno abbandonati le posizioni inconciliabili, i veti incrociati e che serve più impegno da parte di tutti nella ricerca di una coalizione capace di sostenere un governo, che è quello che il paese e l'Europa aspettano. Niente di fatto quindi a conclusione delle prime consultazioni. E Mattarella ha fotografato così la situazione tracciando un bilancio di queste 48 ore di incontri: "Nessun partito e nessuno schieramento dispone da solo dei voti necessari per formare un governo e sostenerlo ed è indispensabile quindi, secondo le regole della nostra democrazia che vi siano intese tra più parti per formare una coalizione che possa avere una maggioranza in Parlamento. Nelle consultazioni in questi due giorni questa condizione non è emersa". "Farò trascorrere qualche giorno di riflessione, anche sulla base della esigenza di maggior tempo che mi è stata prospettata da molte parti politiche. Sarà utile anche a me per analizzare e riflettere su ogni aspetto delle considerazioni fatte dai partiti e sarà utile a loro per valutare responsabilmente la situazione, le convergenze programmatiche, le possibili soluzioni per dare vita a un governo". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi