Tocca alla Casellati, 48 ore per una "mission impossible"

. Politica

Tocca alla Casellati per una"mission impossible", verificare entro 48 ore se e' possibile un'intesa M5s-centrodestra. Una mossa di Mattarella per avviare con un incarico esplorativo le strada per uscire dalla crisi. Con il rispetto del protocollo istituzionale, che prevede che un incarico esplorativo sia affidato in prima battuta alla seconda carico dello Stato, ovvero al presidente di palazzo Madama. Anche  se in contraddizione da quanto era stato fatto trapelare giorni fa dal Quirinale, cioè che il Presidente avrebbe affidato l'incarico alla Casellati solo nel caso si fossero registrati i margini per un'intesa. Ma visto lo stallo assoluto Mattarella ha preferito rispettare la via istituzionale.  Subito al lavoro la Casellati che ha detto di "agire per spirito di servizio". Subito strada bloccata Di Maio dopo avere declassato la presidente del Senato a "primo dei tentativi per arrivare al governo", la incontra e dice: "Dimostrerà che l'idea di un governo di centrodestra e' fallito". Salvini non ci va e manda i capigruppo. Il solco tra M5s e Lega e' ben noto e difficilmente superabile. Non ci vogliono politologi per capire la situazione. Di Maio vorrebbe un governo solo con la Lega senza Berlusconi e senza neppure la Meloni, anche se non e' al centro della diatriba, per potere spaccare il centrodestra, annullandolo.In quel modo sarebbe lui il padrone assoluto del campo con un Salvini che verrebbe trattato per il 17% che attualmente rappresenta la Lega, anche se i sondaggi lo danno in rapida ascesa. addirittura verso la soglia del 25%. Dall'altra parte a Salvini non conviene certo, e non per fare un piacere a Berlusconi,  spaccare una coalizione che attualmente in caso di altre elezioni avrebbe probabilmente la maggioranza assoluta. Comunque si attesterebbe ben davanti ai grillini, che dopo un'iniziale ascesa subito dopo le elezioni, vengono ora dati, sempre dai sondaggi, stabili rispetto al voto del 4 marzo.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi