Addio al centrodestra e al Pd cosi' com'e'. Balzo della Lega al 25%

. Politica

Se il contratto Salvini-Di Maio andrà in porto, come tutto sembrerebbe fare credere, sarà terremoto nella politica italiana. Perché la politica e' come la vita, ad ogni cambiamento cambiamento corrisponde una reazione. Il centrodestra finirà, la certificazione arriva dalle parole di Berlusconi e dal Giornale che pubblica una lista "Che cosa abbiamo votato e non avremo", seguita da "Che cosa abbiamo votato e ci ritroveremo".Naturalmente Il Giornale si riferisce a quegli elettori che hanno votato centrodestra ed il suo comune programma. Anche nel Pd si preparano sconquassi perché l'ala renziana più vicina al centro appare nel tempo destinata ad avvicinarsi ineluttabilmente a Forza Italia. L'Italia non può restare senza un centro gravitazionale, che e' sempre stato la sua forza. Poi saranno i cittadini a scegliere. Il socialista liberale, il Cav, una sorta di clone più o meno riuscito, a seconda dei giudizi,  di Bettino Craxi ed il socialista progressista, Matteo Renzi, molto più alla Blair, dopo il fallimento del Patto del Nazareno, hanno forse nel loro futuro una seconda opportunità. Nei sondaggi gli unici che ci guadavano, per quel che vale, cioè senza che l'avventura si ancora  cominciata, e' la Lega che con un balzo al 25% sorprende. Ma Forza Italia regge al 12%, Fratelli d'Italia segnano il passo al 3,6. Tiene il Pd al 18,1% mentre crollano "Liberi e uguali" di D'Alema e Bersani, sotto la guida di Grasso,ad appena il 2,4%. Il centrodestra ancora unito segherebbe il 42,1%, mentre un'eventuale alleanza Fi-Pd, marcherebbe un 30%. Probabilmente destinato a crescere. Se accettassero la Meloni sarebbero gia' quasi al 35%. Comunque in grado di giocarsela con tutti. Ecco la lista del Giornale. "Che cosa abbiamo votato e non avremo": Fisco, Abolizione Imu e tasso di successione; Welfare: Sostegno alla famiglia. Immigrazione: Respingimento in mare. Stop alla protezione umanitaria; Giustizia: Giusto processo, meno intercettazioni; Riforme: Elezione diretta del Presidente della Repubblica. Federalismo; Imprese: Piano per il Sud, più investimenti. Altro capitolo, "Che cosa non abbiano votato e ci ritroveremo": Fisco: Flax tax senza copertura; Welfare: "Reddito di cittadinanza. Taglio delle pensioni; Immigrazione: Russia partner strategico nella Nato e nella Ue; Giustizia: Più intercettazioni: Allungamento della prescrizione; Riforme: Comitato di conciliazione. Codice etico per il governo; Imprese: Monte dei Paschi e Alitalia statali. Tav Torino-Lione in forse. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi