Il 94% degli iscritti M5s dice sì al contratto. Ora tocca alla Lega

. Politica

Più del 94% degli iscritti M5s che hanno votato online sul contratto di governo con la Lega hanno detto sì. Le votazioni sulla piattaforma Rousseau si sono svolte dalle 10 alle 20. Il risultato lo ha annunciato Luigi Di Maio sul blog: "C'è stata una grande partecipazione durante tutta la giornata. Come certificato dal Notaio che ha garantito la regolarità del voto hanno partecipato alla votazione su Rousseau 44.796 persone che ringraziamo una ad una. 42.274 hano votato sì e 2.522 no. Il MoVimento 5 Stelle approva il Contratto per il Governo del Cambiamento". Ora mancano solo le firme - ha aggiunto il capo politico dei Cinquestelle - "e poi sarà il governo del cambiamento, perchè c'è nero su bianco quello che abbiamo detto in campagna elettorale. Ci sarà un reddito di cittadinanza contro la povertà e la disoccupazione. Con la pensione di cittadinanza gli anziani avranno una pensione dignitosa. La Legge Fornero è destinata a diventare un brutto ricordo. E via le pensioni d'oro, una volta per sempre. Nessuno farà più affari sporchi sull'immigrazione. Le imprese avranno vita più semplice e tasse più basse". Per Di Maio "un sogno che si può realizzare". "Con questo governo l'Italia cambia davvero. Tutti i media italiani ed internazionali, parte dell'establishment, e alcuni burocrati europei sono contro il contratto. La strada è giusta, ma il cammino non sarà facile. Coraggio o paura? La paura ti fa restare immobile, il coraggio ti dà la forza per cambiare tutto. E'il momento del coraggio" ha concluso. Nel week-end tocca ai leghisti esprimersi nei gazebo, poi il nodo del premier il cui nome Salvini e Di Maio vogliono portare a Mattarella lunedì. Sul tema, nel pomeriggio Di Maio aveva parlato di passi avanti e precisato: "Ho sempre detto che se il problema sono io sono disponibile a non fare io il presidente del Consiglio". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi