Ciao bella (Costituzione), ciao...

. Politica

Ciao, bella ciao… La Costituzione più bella del mondo? Forse si' o forse no, certo che e' stata molto stropicciata, tirata da una parte e dall'altra, anche da quelli che ne erano tra i padri costituenti, o quasi, tipo, Napolitano. Il "fattaccio" Monti, con cacciata di Berlusconi, usando l'illuso e sprovveduto Fini, coprendolo anche sulle sue malefatte, pesa e peserà, senza neanche entrare nel merito se fosse stato più giusto così. A furia di tirarla si e' stropicciata ed andrebbe rilegata e seriamente riletta, attentamente. Finche' non si cambia e' lei la guida della nostra democrazia. Sentire un Di Maio, una sorta di ragazzino, rispetto alla nostra storia, dire impunemente che il il vero premier e' il programma,  o Salvini, quel volpone ( che dovrebbe rammentarsi che le volpi possono finire in pellicceria. Craxi docet. Anche se oltre Andreotti in pellicceria ci fini' pure lui…) non molto più vecchio, che  afferma, altrettanto impunemente, conta la rotta non chi la guida. Si ricordino il comandante Schettino… Tutto sembra un frullatore impazzito con il M5s e quella sorta di sceneggiata delle consultazioni online, seguita dalla dieci domande della Lega ai Gazebo tipo, "vuoi bene alla mamma?", anziché dall'unica vera domanda "Vuoi rompere il centrodestra ed accordarti con i grillini?". Ma gli italiani non sono stupidi e soprattutto sono poco inclini a farsi prendere per i fondelli. Sta per nascere un governo politico che più politico non si può,  magari affidato ad un tecnico o peggio presunto tale. Un vero scempio istituzionale al quale dovrebbe porre rimedio Mattarella. Pero' Mattarella non e' quel Guliano Amato che poteva essere al Colle,  Purtroppo ci sono poche parole che potrebbero indurlo a bloccarsi, perché i giovanotti della presunta Repubblica, ne sanno una più del diavolo: "Sei il figlio di Bernardo…"

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi