L'Italia non sia un Far West, dice Mattarella che se la prende anche con gli 'odiatori' del web

. Politica

No ad un'Italia trasformata in un Far West, e no agli 'odiatori' che pullulano sempre più sul web e che diffondono, come gli untori di manzoniana memoria, l'odio sociale e razziale: deve vincere il buon senso e non il senso comune. E' andato giù duro il capo dello stato Sergio Mattarella che nell'incontro con la stampa parlamentare per la cerimonia di consegna del Ventaglio al Quirinale, se l'è presa con il clima di rissa e con l'odio che serpeggiano nella nostra società, veicolato anche dalla Rete, ed ha citato un episodio di cronaca recentissimo: il ferimento di una bimba rom da parte di un ex-dipendente del Senato che dal suo balcone ha sparato in strada con un fucile ad aria compressa acquistato regolarmente in armeria. "Mi ha colpito un fatto di cronaca. L'Italia non può somigliare a un far west dove un tale compra un fucile e spara dal balcone ferendo una bambina di un anno, rovinandone la salute e il futuro (la bimba che era in braccio alla madre potrebbe aver subito lesioni alle vertebre, ndr)". "Questa è barbarie e deve suscitare indignazione" ha detto Mattarella convinto però che "l'Italia non diventerà, non può diventare preda di quel che con grande efficacia descrive Manzoni nei Promessi sposi a proposito degli untori della peste: 'il buonsenso c'era ma stava nascosto per paura del senso comune'. La Repubblica vive dell'esercizio della responsabilità di ciascun cittadino".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi