Pil giù, Italia ultima in Europa. Cosa succederà con la manovra economica?

. Politica

Momento difficile per l'Italia e doccia fredda per i governo social-sovranista. Secondo l'Ocse l'Italia e' l'unica delle sette principali economie mondiali a subire una frenata nella crescita. Nella stessa stima per il secondo trimestre 2018 il Pil italiano rallenta dallo 0,3% allo 0,2%. Questo non potrà non agre ripercussioni nella manovra d'autunno. Le agenzie di ratating aspettano ad esprimere il loro giudizio, ma il rischio di un ulteriore declassamento a poo sopra dei titoli spazzatura e' elevato. L'Italia a parte gli annunci ed il braccio di ferro con la Ue sovra pr forza fare i conti con Bruxelles. A meno di non rischiare di portare il paese in una crisi che sarebbe poi molto difficile superare. Di Maio e Salvini per forza di cose dovranno guardare in faccia la realtà che e' tutt'altro che rosea. La manovra, come previsto da tutti, compresi gli stessi interessati, sarà il banco di prova per valutare se l'alleanza giallo-verde sarà in grado di andare avanti e per quanto. Intanto e' lite un po' su tutto, compresa la ricostruzione del ponte di Genova. Ad ogni partita che si chiude, anche se momentaneamente, se ne apre un'altra. Ala fine se vorranno provare a durare i due vicepremier dovranno provare a dividere il contratto in modo da evitare una pura somma di progetti contrapposti, per valutare quali siano realisticamente realizzabili senza sforare su quelle che saranno le divisioni dell'Europa. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi