Funerali per la Lega il 5 settembre? Pronta la ". Lega per Salvini premier"

. Politica

La Lega  potrebbe concludere  la sua storia il prossimo 5 settembre. Motivo, il Tribunale del riesame potrebbe bloccargli tutti i conti con relativa confisca delle entrate future, per via della, gestione Bossi-Belsito. Giancarlo Giorgetti alla Versiliana e' stato chiaro: "Se il Tribunale ci condanna, il 6 settembre la Lega chiude, come partito siamo finiti". Questo nonostante si tratti di un giudizio di primo grado.Quello che i leghisti contestano e' che una sentenza non definitiva avrebbe invece conseguenze definitive, la chiusura del partito senza che il processo sia finito. "Se la decisione arrivasse dopo una sentenza della Cassazione - spiega Giorgetti - non ci sarebbe niente da dire". Allora cosa succede? Non e' che Salvini molli tutto. Anzi vorrebbe raddoppiare, cominciando a dare vita ad un partito unico del centrodestra. Secondo il Corriere facendo addirittura un'Opa su Forza Italia. Ma Giorgetti smentisce: "Non abbiamo tempo per fare un progetto di Opa più o meno ostile, nei confronti di Fora Italia. Tra latro non abbiamo neppure i soldi per farlo. C'e' pero' un dato di fatto, le idee della Lega e di Salvini sono molto più attrattive per gli elettori di FI di quelle portate avanti da Tajani. Il fatto che la Lega cresca e gli altri diminuiscano crea, di fatto, un partito di riferimento del cosiddetto centro-destra". Giorgetti, non lo dice, ma ovviamente a soluzione c'e' ed e' già pronta nl cassetto. Lo Statuto di "Lega per Salvini premier" e' pubblicato sulla Gazzetta. Sostituirà la Lega Nord. Addio ad Alberto da Giussano, sancirà la "nazionalizzazione" del vecchio Carroccio. Se poi fagociterà Forza Italia, saranno gli elettori a deciderlo, a partire dalle prossime europee. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi