Tria un ministro quasi istituzionale. Se andasse via sarebbe uno tsunami

. Politica

Il ruolo del ministro dell'Economia sembra sempre più mutare con il passare dei giorni, e soprattutto di polemica in polemica, sempre sullo stesso punto, la sua strenua difesa dei conti dello Stato con il deficit fissato all'1,6% per rispettare le regole dei mercati ed europee. Quello di Tria non è un capriccio e di certo non può tirare fuori le risorse da un cilindro con il tocco di una bacchetta magica. Lui sotto attacco - soprattutto dai grillini, perché Salvini è molto più accorto e soprattutto non deve rendere conto a una base in perenne agitazione - replica con la calma dei forti: "Dibattito politico, non mi impressiona". Ecco quel "politico", cosa vuole esattamente dire il ministro? Forse che si ritiene al di sopra delle beghe di partito e lui da tecnico si è via via trasformato in un commis di Stato, quasi in una sorta di ministro istituzionale. Che svolge una funzione di garanzia, di cernieria tra il Quirinale, l'Europa, la Bce ed i mercati? Con lo scopo dichiarato di non fare affondare l'Italia, evitando che riceva la spinta fatale per finire nel baratro, dal quale occorrerebbero, se andasse bene, anni per uscirne. Per questo, anche se non manca ovviamente la parte strumentale, ha ricevuto anche da parte delle opposizioni sia di destra che di sinistra la garanzia di una specie di "cortina parlamentare" di protezione. Non che si sia alla proposta dell'Unita nazionale, ma per quel che riguarda il solo ministro dell'Economia, poco ci manca. In siffatto quadro le "dimissioni", peggio la "cacciata" di Tria provocherebbero un vero e proprio tsunami politico ed economico, con impennata dello spread e caduta verticale delle borse, destinato inevitabilmente a travolgere il governo. Questo Tria lo sa e per questo continua svolgere quella che ormai ritiene la sua missione senza esitazioni e in modo fermo. Se il governo vorrà durare "cinque anni" come dice Salvini, dovrà tenerne conto...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi