Europee, Pizzarotti e la strana coppia Bonino-Varoufakis

. Politica

Dieci punti "dirompenti" da cui l'Italia e l'Unione europea devono ripartire. Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, lancia un decalogo, anche in vista delle elezioni europee, con alle spalle quella che appare come una 'benedizione' dell'insolita coppia formata dall'ex ministro degli Esteri, Emma Bonino, e da Yanis Varoufakis, ex-ministro delle Finanze greco. A lanciare l'appello insieme a Italia in Comune di Pizzarotti, sono infatti Movimenta, associazione legata a Radicali Italiani, rappresentata dal deputato Alessandro Fusacchia, e gli esponenti italiani di DiEM25, il movimento paneuropeo Democracy in Europe Movement 2025, promosso nel 2016 proprio da Varoufakis. Secondo Pizzarotti & c. per fermare la nuova destra e "l'ondata di nazionalismo populista non serve una nuova grande coalizione di partiti di establishment, ma una visione dirompente dell'Italia e dell'Europa fatta di contenuti diversi, metodi diversi, leadership diverse". Insomma, la tanto ventilata grande alleanza "da Macron a Tsipras" avrebbe come unico risultato quello di "trasformare le prossime elezioni europee in un grande referendum contro l’Europa. Non solo contro l’attuale, ma anche contro qualsiasi altra Europa possibile. Servono invece una nuova capacità di ascolto dei bisogni dei cittadini e persone che incarnino queste proposte e questa capacità. E' il tempo di costruire il mondo di domani e di accompagnare allo sdegno verso ciò che ci circonda il coraggio di cambiare". Ma ecco in sintesi le dieci proposte: 1) Sviluppo, un piano di investimenti in riconversione ecologica e industriale 2) Ricerca, creare un Centro europeo per l’intelligenza artificiale 3) Fiscalità, blocco dei paradisi fiscali e tasse europee per le multinazionali 4) Lavoro, "Job Guarantee" per lavoro part-time da svolgere presso le comunità locali, che non crei disincentivi alla ricerca di impiego 5) Lavoro, Statuto europeo dei lavoratori per garantire salario minimo orario e stesse garanzie 6) Istruzione, un 'New Deal' continentale 7) Migrazione, visti di ingresso rilasciati direttamente nei paesi di origine 8) Welfare, piano casa per il diritto universale a un alloggio degno 9) Pubblica amministrazione, Burocrazia zero grazie alle nuove tecnologie per uno Stato alla velocità dei cittadini 10) Europa, democratizzazione del continente con più potere al Parlamento europeo e meno veti incrociati nel Consiglio.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi