Salvini, "stia tranquillo Presidente Mattarella"

. Politica

Per fa capire che la cosa gli sta veramente a cuore e che neppure il Colle più alto può fermare il cambiamento, Matteo Salvini ha messo un "bollino rosso" - quasi un cartellino calcistico - al post di risposta su Facebook al Presidente della Repubblica e al suo richiamo alla Costituzione per assicurare al paese i conti in ordine. Salvini non fa una piega e rivolge una domanda retorica ai suoi elettori: "La Costituzione impedisce forse di cambiare la legge Fornero, di ridurre le tasse alle Partite Iva e alle imprese, di aumentare le pensioni di invalidità, di assumere migliaia di poliziotti, carabinieri e vigili del fuoco e di aiutare i giovani a trovare un lavoro?". Scontata la risposta: "Non mi pare" e allora: "Stia tranquillo il Presidente Mattarella, dopo anni di manovre economiche imposte dall'Europa che hanno fatto esplodere il debito pubblico (giunto ai suoi massimi storici) finalmente si cambia rotta e si scommette sul futuro e sulla crescita". In chiusura gli slogan del momento: "Prima gli Italiani" e quello che sostiene i contenuti la 'manovra del popolo': "#dalleparoleaifatti!". Due post più sopra parole di fuoco anche per Matteo Renzi, che sta tentando di catalizzare le forze al momento non particolarmente in forma dell'opposizione: "Renzi - scandisce il vicepremier leghista - invita gli italiani a 'una battaglia di resistenza civile' contro di me e contro il governo. Incredibile, il poltronaro amico dei banchieri non si è ancora rassegnato" e all'ex premier non la manda certo a dire: "Gli italiani ti hanno mandato a casa, per te e i tuoi amici la pacchia è finita! Ora tocca a noi, tornano al centro la sicurezza e il lavoro. Dalle parole si passa ai fatti".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi