Manovra, il governo fa quadrato. Di Maio, "a maggio un'altra Commissione Ue"

. Politica

Il governo fa quadrato sulla manovra. Il premier, Giuseppe Conte, sale al Quirinale per un incontro informale con il Presidente Mattarella, dopo il monito del capo dello Stato sulla necessità dell'equilibrio di bilancio. Nessun incertezza da parte di Conte, che conferma la l'impostazione adottata per il Def, a partire dal rapporto deficit/Pil al 2,4%. Il vicepremier, Matteo Salvini, incalza: "Ripeto al Presidente Mattarella, agli analisti, ai finanzieri, ai burocrati di Bruxelles che possono stare tranquilli, perché voglio lasciare ai miei figli un'Italia migliore, non un'Italia più indebitata" e presto "si tranquillizzeranno anche i signori dello spread". Il collega Luigi Di Maio, intervenuto alla trasmissione "Quarto potere" su Rete4, annuncia che il reddito di cittadinanza "sarà messo su carta elettronica. L'ideale sarebbe usare la tessera sanitaria con il chip", anche perché "questi soldi si devono spendere in esercizi commerciali italiani. per far crescere l'economia". Di Maio ha puntualizzato che la casa di proprietà ridurrà la quota massima del reddito di cittadinanza erogato, fissata a 780 euro al mese, e che la nuova misura riguarderà i "residenti da almeno 10 anni in Italia". Sulle preoccupazioni e i possibili veti da parte dell'Ue, "la mia idea - ha spiegato il leader pentastellato - è che dobbiamo dialogare al massimo. Non voglio andare allo scontro" e in ogni caso "a maggio la Commissione che c'è oggi non ci sarà più. Le elezioni europee saranno un altro terremoto, come quello che c'è già stato in Italia".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi