Juncker rischio "macerie", Salvini "costruiamo nuova Europa"

. Politica

Ancora sciabolate polemiche tra il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, e il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. Tema del contendere la manovra messa a punto dal governo gialloverde e tratteggiata nel Def, il Documento di economia e finanza inviato alle Camere e a Bruxelles. "Spero che Matteo Salvini - ha scandito severo Juncker - non finisca mai nella situazione di dover raccogliere un mucchio di macerie". Tagliente la replica del leader del Carroccio: "Incredibili e inaccettabili gli insulti e le minacce che ogni giorno arrivano da Bruxelles. Le uniche macerie che dovrò raccogliere sono quelle del bel sogno europeo, distrutto da gente come Juncker. Sarò felice di ricostruire una nuova Europa con il voto popolare di maggio. Dicano quello che credono, noi andiamo avanti dritti e sereni". La Nota di aggiornamento al Def, che dovrà passare al vaglio della Commissione europea, fissa il rapporto deficit/Pil al 2,4% nel 2019, al 2,1% nel 2020 e all’1,8% nel 2021. Il deficit strutturale dell'Italia sale di 0,8 punti nel 2019 e il pareggio di bilancio viene rinviato a oltre il 2021, mentre Bruxelles aveva chiesto una correzione di 0,6 punti e potrebbe aprire una procedura di infrazione. Ma la manovra in cui ci saranno 16 miliardi per il reddito di cittadinanza e per la riforma delle legge Fornero - di cui 9 miliardi per la misura in favore delle persone più svantaggiate voluta dai 5Stelle e 7 per la 'quota 100' cara alla Lega - viene difesa dal governo e in primis dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: "Una manovra di cui andiamo orgogliosi, perché avremo modo finalmente di rilanciare la crescita economica attraverso un importante piano di investimenti e che ci permette di adottare misure nel segno della equità e dello sviluppo sociale". Per lunedì prossimo a Roma è previsto un incontro tra Salvini e la leader del Front National francese, Marine Le Pen, sua alleata in Europa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna