Manovra, alla Leopolda 9 proposta choc di Renzi "ecco lo schemino taglia spread e tasse"

. Politica

Dall'opposizione anestetizzata si capta una sola voce, preceduta dal "bu, bu, bu, bum" - questa volta social - in stile Radio Londra. E' Matteo Renzi che promette la buona novella dalla Leopolda 9, "La prova del nove", dal 19 al 21 ottobre prossimi a Firenze. "Non parleremo del congresso - assicura un effervescente Matteo -, ma dell’Italia. La situazione economica del paese è molto seria. Hanno fatto un pasticcio e l'hanno chiamato 'manovra del popolo'", ma sta portando l'Italia a un collasso venezuelano. "Noi - dice Renzi rivendicando i 'mille giorni' - siamo quelli che hanno abbassato lo spread e riportato alla crescita l’Italia", quindi "abbiamo il dovere di fare proposte". Anche perché "criticare gente come Toninelli sta diventando persino noioso. È imbarazzante che Toninelli sia ministro, sono imbarazzanti le bugie di Di Maio contro i giornali, è imbarazzante l’arroganza di Salvini sull'economia". Il paese, invece, deve "ripartire" e deve "farlo subito. Per questo alla Stazione Leopolda non seguiremo le polemiche quotidiane delle correnti del Pd: c’è una piazza che ha chiesto unità, non divisioni. Per questo - incalza l'ex premier - accanto a alcune sorprese scoppiettanti, Leopolda 9 ospiterà una proposta semplice: illustreremo una 'contro' legge di bilancio, che avrebbe l’effetto di dimezzare subito lo spread e abbassare le tasse. Semplice e chiara", assicura Renzi, addirittura "con uno schemino allegato, così che lo può capire chiunque. Perché chi sta all'opposizione deve gridare con forza, ma deve anche proporre idee concrete alternative".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna