Conte vuole trattare con la Ue, "Rimoduliamo le misure", e lancia la "grande scommessa"

. Politica

Giuseppe Conte alla Camera lancia un messaggio a Bruxelles in vista del faccia a faccia di sabato con Juncker. "Non vedo l'ora di incontrarlo", le parole del premier. Incontro che Mattarella seguirà molto da vicino, nella speranza che da parte italiana ci sia qualche reale apertura alle richieste della Ue. "Acceleriamo sulla crescita  e rimoduliamo le misure", la ricetta proposta. Poi fa un aggiunta importante chiedendo quantomeno un po' di comprensione per i problemi dell'Italia: "Nel caso in cui l'Ecofin dovesse decidere di aderire alle raccomandazioni della Commissione, chiederemo  tempi di attuazione molto distesi. Questo tempo ci servirà per consentire alla manovra economica di produrre i suoi effetti sulla crescita e, grazie a questo, di ridurre il debito pubblico". Una sorta di "grande scommessa" sull'efficacia della manovra. Giovanni Tria invece lascia aperto uno spiraglio: "Le novità ci saranno quando si aprirà la trattativa". Parole distensive da Di Maio: "Ci sono margini per il dialogo, ma no alla macelleria sociale". Anche Matteo Salvini e' favorevole a cercare un compromesso, pero' ce l'ha con il socialista Moscovici, che considera un nemico politico. Il francese aveva detto: "Dialogo si' ma no a una trattativa da mercanti di tappeti": Salvini replica: " Il popolo italiano non e' un popolo di mercanti di tappeti o di accattoni. Moscovici continua ad insultare l'Italia, ma il suo stipendio e' pagato anche dagli italiani. Ora basta, la pazienza e' finita". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi