"We are friends", Conte prova ad ammorbidire Juncker, ma i margini sono stretti

. Politica

Aveva detto alla camera illustrando la manovra: "Non vedo l'ora di incontrare Juncker". Ora e'arrivato il momento con una cena a Bruxelles con i vertici della Commissione Ue. Conte vorrebbe il dialogo e magari fare anche qualche concessione, ma ha le mani legate dai suoi due vicepremier che non ne vogliono sapere di fare passi indietro. Ma anche loro vorrebbero in qualche modo aprire uno spiraglio con l'Europa, in modo di fare quantomeno slittare la procedura di infrazione a dopo le elezioni europee. Arrivato a Bruxelles Conte ha detto ai giornalisti in riferimento all'incontro con il Presidente della Commissione: "We are friends". L'Europa non vuole bastonare l'Italia ma non vuole neppure che venga meno il rispetto del rigore. Quello che vuole e' il rispetto delle regole di bilancio.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi