C'e' l'accordo con Bruxelles. Evitato all'ultimo il baratro?

. Politica

Trovato l'accordo, almeno pare, tra Roma e Bruxelles sulla manovra economica. Lo fanno sapere fonti del ministro dell'Economia, anche se specificano che l'intesa raggiunta tra il governo e la Commissione europea al momento e' solo ufficiosa. Domani, e per questo la presidenza del Consiglio ha avvisato di rimanere prudenti, dovrebbe essere ufficializzato l’accordo. Sempre domani alle 12 il premier Giuseppe Conte riferirà in Senato. Insomma sarebbe stata scongiurata all'ultimo istante la procedura d'infrazione. La macchina Italia si sarebbe fermato all'ultimo istante sulla soglia del burrone, che la avrebbe messa in una situazione di difficile soluzione. Ora bisognerà pero' aspettare anche i contenuti della manovra per capire meglio come sia stata raggiunta la mediazione. Saranno proprio i contenuti economici con le varie scadenze per pensioni e reddito di cittadinanza a funzionare da verifica per il governo. Dove continua la rissa ormai quotidiana tra Lega e cinquestelle. Ora anche con Di Battista finito nel mirino per debiti ed affari di famiglia. Dopo Di Maio messa in dubbio anche la "purezza", del giovane pentastellato che si atteggia a nuovo Che della politica italiana.  Se tutto filera’ liscio per il governo la prossima tappa decisiva sarà quella delle elezioni europee in primavera. Vero banco di prova per la tenuta della traballante coalizione. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi