Europee, la ricetta dello chef Calenda e la 'salsa abruzzese' per il Pd...

. Politica

Lo 'chef' Carlo Calenda ha dovuto utilizzare un sapiente spruzzo di 'salsa abruzzese' per completare la ricetta, ma alla fine il Partito democratico ha deciso di sottoscrivere ufficialmente il suo "Manifesto per la costruzione di una lista unitaria delle forze europeiste". L'annuncio è del garante del partito in fase congressuale, il presidente Matteo Orfini, che afferma: sottoscrivo "a nome del Pd il manifesto 'Siamo europei'. Ho condiviso questa scelta con Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti: il Pd dunque ne assume i contenuti". L'ex ministro dello Sviluppo economico commenta a caldo: "Un primo passo e una bella notizia"e ringrazia tutti e tre i candidati alle primarie del prossimo 3 marzo, concludendo con un ben augurante: "Uniti si vince". Orfini sottolinea: "Iniziamo da qui per lanciare la sfida ai populisti. Nei prossimi giorni incontrerò i segretari regionali per avviare il percorso e convocherò un tavolo con i nostri parlamentari europei e italiani per elaborare il contributo programmatico con il quale il Pd affronterà la sfida". La sottoscrizione del manifesto sana le incomprensioni che si erano esplicitate alla recente convenzione nazionale del Pd, quando era stato diffuso il testo di una sorta di 'contromanifesto' alternativo predisposto dagli europarlamentari dem. Calenda si era mostrato piccato e aveva replicato: "Per quanto mi riguarda non ho più intenzione di perdere tempo con le beghe del Pd, ci faranno sapere cosa intendono fare dopo il congresso". Ora il Pd la sua parte l'ha fatta, mentre resta aperta la questione dell'adesione di altre forze a partire da +Europa di Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino e da "Italia in comune" del sindaco di Parma, Federico Pizzarotti. E proprio a questi interlocutori, propensi a contarsi alle europee sulla spinta del sistema di voto proporzionale, Calenda rivolge il suo "uniti si vince", anche se per il momento - visti i distinguo e le prime risposte negative - si limita ad aggiungere un dubbioso: "Vedremo".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna