Renzi vs Le Pen alla tv francese, duello elettrico su Europa e Brexit

. Politica

Un duello a colpi di sciabola più che di fioretto quello andato in onda giovedì sera in diretta su France 2 alla trasmissione "L'Émission politique". In campo Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National di estrema destra e alleata di Matteo Salvini al Parlamento europeo, e l'ex presidente del Consiglio dei ministri e senatore Pd, Matteo Renzi. Il dibattito, dove Renzi si è espresso correntemente in francese, si è rapidamente riscaldato. Renzi, collegato da Londra dove in questi giorni sta presentando il suo ultimo libro "Un'altra strada", ha attaccato ricordando il sostegno dato dalla sovranista francese alla Brexit e ha aggiunto: "Credo che l'Europa non sia solo giusta, ma utile. Utile per le tasche dei cittadini, per il lavoro e per l'occupazione", per questo le "sue prese di posizione contro l'Europa non sono solo parole che non mi piacciono, ma che vanno contro gli interessi dei francesi. Tre milioni di francesi che hanno un lavoro che dipende dalle esportazione e dal mercato europeo rischiano di perderlo". Marine Le Pen deve ammettere che con una "Brexit 'dura', probabilmente la Francia sarebbe più perdente di chiunque altro", ma torna a ripetere: "Credo che l'Unione europea stia uccidendo l'Europa. Voglio vivere in un'Europa tutta diversa". In difficoltà sui temi continentali, la presidente di Rn tenta l'attacco personale: "Salvini ha vinto contro di lei e la sua politica", gli italiani "l'hanno provata e non hanno gradito. Dicono che lei assomigli molto a Macron. Prego perché sia vero, così un giorno anche lui sarà battuto...". Ma Renzi non ci sta e contrattacca: "E lei mi parla di vittoria? Non è credibile! Io ho vinto, ho provato a cambiare il mio paese e ho perso il referendum. Ma lei signora Le Pen è la donna in politica che ha subito il maggior numero di sconfitte elettorali e sta ancora perdendo... Ha perso nelle elezioni presidenziali del 2012 e del 2017" e ancora "la presidenza della regione dell'Ile de France, del Nord-Calais...". Alla fine a dare un'indicazione è l'orientamento dei telespettatori francesi sentiti a caldo da Ispsos France: Marine Le Pen è stata giudicata credibile solo dal 43% dei francesi intervistati. Renzi su Facebook commenta: "Mi sono confrontato con Marine Le Pen. I populisti sono tutti uguali. La Le Pen parlava senza conoscere la Costituzione italiana, senza sapere che da quando c'è Salvini l’Italia è tornata in recessione, senza ricordare che era una delle grandi sostenitrici di Brexit. Mi sento sempre più impegnato in una battaglia culturale e civile per un'Europa giusta, contro la cultura di odio e paura che Salvini e Le Pen rappresentano". Poi sulla Brexit precisa: "Mi colpisce il gigantesco caos. Nessuno, dico nessuno, sa come andrà a finire. Dicevano che uscendo dall'Europa sarebbe stato tutto più semplice", ma "quel referendum ha creato un casino immane e bloccato la crescita economica britannica. La politica qui sta mostrando il suo volto più inconcludente, con responsabilità sia per il governo che per l'opposizione. Lo dico forte: la politica britannica sta facendo peggio di quello che avrebbe potuto fare la politica italiana e questo la dice lunga su come sono messi. Hanno vinto un referendum mentendo e il conto, oggi, lo paga la povera gente".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi