Csm, altre dimissioni. E Lotti si autosospende dal Pd

. Politica

Tra dimissioni (oggi è stata la volta di un altro membro togato) e autosospensioni (Luca Lotti) non accenna a placarsi la bufera che ha investito il Consiglio superiore della magistratura per il caos procure. Bufera che difficilmente si placherà del tutto fino a che, con nuovi criteri, non si arriverà ad una riforma dell'organo di autogoverno dei magistrati almeno per quanto riguarda il metodo di scelta dei suoi membri, togati e non, per non delegarlo al vento e agli umori delle "correnti". Che è poi la soluzione cui sta lavorando il ministro della Giustizia Bonafede spinto dal Colle. O, prima, quando si concluderà l'inchiesta dei pm di Perugia su quegli incontri tra politici - tra cui Lotti - e membri del Csm per "pilotare", come sostiene Perugia, le nomine dei capi di importanti procure tra cui quella di Roma, incontri svelati dal trojan inserito dagli investigatori nel cellulare dell'ex-presidente dell'Anm Luca Palamara. Ieri l'intervento di Mattarella, presidente del Csm, che ha indetto le elezioni suppletive per sostituire i primi due membri togati del Csm dimessisi nei giorni scorsi perchè indagati, un segnale dal Quirinale per iniziare a "voltare pagina" e tentare di far recuperare al Csm un prestigio andato in pezzi in queste settimane.  Oggi due novità: le dimissioni del quarto membro togato del Csm indagato per il caos procure, Cartoni, e l'autosospensione dal Pd di Luca Lotti, ex-sottosegretario a palazzo Chigi con Renzi e ministro dello Sport con Gentiloni. Un'autosospensione - ha scritto Lotti in una lettera al segretario Pd Zingaretti - "fino a quando questa vicenda non sarà chiarita". "Lo faccio non perché qualche moralista senza morale oggi ha chiesto un mio passo indietro (Zanda, ndr). No. Lo faccio - ha concluso Lotti - per il rispetto e l'affetto che provo verso gli iscritti del PD, cui voglio bene e perché voglio dimostrare loro di non avere niente da nascondere e nessuna paura di attendere la verità". Il segretario lo ha ringraziato per il gesto "non scontato" e di "grande responsabilità nei confronti della politica, delle istituzioni e del Pd". (foto Lotti da suo profilo Twitter)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi