25.6 C
Roma
sabato, 28 Maggio 2022

Ottant’anni e fa progetti musicali. Auguri, Ringo Starr

Ringo Starr è grato per il passato e ottimista per il futuro. Compie 80 anni il mitico batterista dei Beatles. Ancora una volta sarà un compleanno in musica, non dal vivo ma su YouTube a causa del Covid. Sarà un concerto di beneficenza virtuale, il “Ringo’s Big Birthday Show”. A lui si aggiungeranno Paul McCartney, Joe Walsh, Ben Harper, Sheryl Crow, Gary Clark Jr e Sheila. La performance per sostenere il movimento antirazzista Black Lives Matter e poi The David Lynch Foundation, MusiCares e WaterAid.

Peace and love

“Ho chiesto a molti dei miei amici di inviarmi i filmati di un loro show e io sarò lì a presentare e a proporre clip degli All-Starrs”, la sua ultima band. “È il mio compleanno e ancora una volta con ‘peace and love'”. Ho “otto nipoti e un pronipote – racconta Ringo -. La vita è stata molto gentile con me. E la musica va bene, allora perché andare in pensione. Possiamo solo andare avanti finché possiamo. E ho in programma di andare avanti molto più a lungo di questi 80…”. Nato nel quartiere operaio di Dingle a Liverpool, iniziò a suonare a 13 anni quando era in sanatorio per la Tbc.

Beatles

La svolta avvenne nell’agosto del 1962. I Beatles non erano convinti delle qualità del loro primo batterista, Pete Best. Il manager Brian Epstein individuò il sostituto proprio in Ringo. John Lennon, e Paul McCartney Geprge Harrison lo convinsero a entrare nel gruppo. “Eravamo diventati così famosi, che il prezzo da pagare era di non poter neppure andare in un ristorante. Oggi – scherza in un servizio della BBC – grazie alla mascherina nessuno mi riconosce…”. Poi torna serio e dice: “I Beatles sono ancora attuali e lo saranno anche per la prossima generazione. Se a qualcuno piace la musica, allora ascolta le nostre cose e ancora oggi, grazie al produttore Giles Martin, che sta rimasterizzando tutto, io suono quella musica”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti