Israele, neutralizzato commando Hezbollah al confine con Libano

0
Israele soldati
(foto da profilo Facebook IDF)

L’esercito israeliano ha bloccato l’infiltrazione di un commando di Hezbollah nel nord del Paese, al confine con il Libano. L’IDF (Israel Defense Forces) ha reso noto l'”incidente di sicurezza” e ha ordinato ai residenti dell’area di rimanere al riparo nelle proprie abitazioni. Un gruppo forse di 4 miliziani sciiti libanesi avrebbe tentato di lanciare missili anti-carro contro una postazione israeliana, ma è stato neutralizzato. Non si segnalano feriti tra i soldati israeliani.

Fattorie Shebaa

Lo scontro è avvenuto in un’area delle alture del Golan controllata da Israele, nella regione del monte Hermon. La linea blu di demarcazione tra Libano, Siria e lo Stato ebraico corre a ridosso delle fattorie di Shebaa. Fonti libanesi riferiscono dell’attacco di Hezbollah come ritorsione per l’uccisione la settimana scorsa di un miliziano durante un attacco aereo mirato in Siria. Il premier, Benyamin Netanyahu, e il ministro della Difesa, Benny Gantz, sono subito stati informati e stanno monitorando gli eventi. L’IDF ha risposto all’azione anche con fuoco di artiglieria, mentre i jet con la Stella di Davide sorvolano la zona.

UNIFIL

La milizia filo-iraniana Hezbollah e il Libano, ha affermato l’ufficio del premier Netanyahu, “avranno la responsabilità di qualsiasi attacco proveniente dal territorio libanese. L’IDF è pronto per qualsiasi scenario”. Nel 2006 la Seconda guerra del Libano ha opposto per 34 giorni le forze di Israele e Hezbollah. Con il cessate il fuoco, l’ONU ha inviato una forza di interposizione, UNIFIL, a cui prende parte anche l’Italia con suo contingente militare.

Exit mobile version