C’è il picco dei morti (993) mentre si litiga su vacanze e Natale

0

C’è il picco dei morti, 993, mentre il paese discute e litiga sulle vacanze e su che tipo di Natale sarà quello che chiude questo infausto 2020. In attesa della conferenza stampa di Conte per illustrare il dpcm destinato a definire e regolare il comportamento degli italiani tra Natale e Capodanno, non si placa lo scontro tra governo e le regioni che chiedono di allentare un pò le restrizioni in vista delle festività e, in sostanza, di trovare un compromesso per consentire alle famiglie di riunirsi. Dalla Conferenza delle Regioni è partita l’accusa all’esecutivo di aver deciso tutto da solo senza ascoltare il parere dei governatori che, dicono, hanno saputo delle scelte fatte solo all’ultimo minuto.

A tirare per la giacchetta il governo ci si è messo anche un folto gruppo di senatori della maggioranza, segnatamente del Pd, con la richiesta a Conte di consentire gli spostamenti da un comune all’altro. Insomma tante le richieste di allargare le maglie di un Natale che sarà invece, e a buona ragione, molto ma molto austero. Anche a loro Conte ha risposto picche anche se non è esclusa qualche residua, piccola sorpresa dall’incontro con la stampa in serata. Da quanto si sa questa fine anno sarà all’insegna del rigore, delle precauzioni e della responsabilità perché se è vero che si intravede una piccola luce in fondo al tunnel, nessuna illusione: la terza ondata è dietro l’angolo se si allenta la stretta in modo scriteriato, cioè se questo Natale lo si vuole far somigliare al passato Ferragosto.

Il bollettino Covid delle ultime 24 ore spiega tutto: la curva epidemiologica continua ad appiattirsi ma è sempre elevato il numero dei positivi ed è particolarmente tragico il numero delle vittime: 993, mai così tanti morti dall’inizio della pandemia. 23.225 i positivi a fronte di 226.729 tamponi processati. Stabile, al 10,2%, l’incidenza delle nuove persone risultate positive al Covid rispetto al numero di tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri l’incidenza era al 10%. Sono 3.597 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, 19 meno. I ricoverati nei reparti ordinari sono 31.772 , in calo di 682 unità rispetto al giorno precedente.
   

Exit mobile version