Natale con il lockdown. Italia zona rossa, aperti supermercati e farmacie

0
(foto da PxHere)

Natale e feste di fine anno in modalità anti-Covid. È entrata in vigore la zona rossa con il lockdown per tutta la Penisola fino al 27 dicembre e poi ancora dal 31 dicembre al 3 gennaio e nei giorni 5 e 6 gennaio. Per uscire di casa sarà necessaria l’autocertificazione. Chiusi bar, ristoranti e negozi, con l’esclusione di supermercati, alimentari, edicole e farmacie. Secondo l’Istituto superiore di Sanità (ISS) è “fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo” e rimanga “a casa il più possibile”.

Conte

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un video con gli altri capi di Stato e di governo europei, rileva: “Questo sarà un Natale diverso, ma lo sviluppo dei vaccini e il loro lancio sono più di un segnale di speranza per tutti noi. La pandemia ha comportato un costo umano devastante e ha messo a dura prova le nostre abitudini. Il Natale alle porte rappresenta un momento di serenità per le nostre comunità, ma allo stesso tempo siamo chiamati proprio ora a tenere alta la guardia“. Per i controlli sul lockdown di Natale sono stati mobilitati 70 mila agenti delle forze dell’ordine e militari. L’approccio sarà “comprensivo e improntato al buonsenso”, come ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli. “Questo però – precisa la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese – non vuol dire che ci saranno cedimenti davanti a violazioni e comportamenti scorretti. Le autocertificazioni saranno oggetto di controllo attento”. Chi viola le norme del decreto Natale sul lockdown è punito con una multa da 400 a 1.000 euro.

Vaccini in viaggio

Il presidente ISS, Silvio Brusaferro, osserva: “Nell’ultima settimana siamo a 157 casi per 100mila abitanti. L’obiettivo deve essere quello di avvicinarci il più possibile a 50 casi per 100mila abitanti. L’Rt, l’indice di contagio, in quasi tutte le regioni è inferiore a 1, ma con una leggera tendenza alla risalita”. Il possibile aumento della contagiosità con la variante del ceppo inglese è stimato a un +0.4. Non sembrano invece esserci effetti sull’efficacia del vaccino e neppure sulla gravità clinica della malattia. Sono partite dal Belgio le dosi di vaccino destinate all’Italia per il V-Day del 27 dicembre, quando in tutta Europa partirà la campagna vaccinale. Arriveranno il giorno precedente allo Spallanzani di Roma. Le dosi saranno poi distribuite ai 21 siti riferimento con una operazione organizzata dalla Difesa. Per i successivi arrivi l’hub principale per lo stoccaggio delle dosi sarà l’aeroporto militare di Pratica di Mare. La prima vaccinata sarà un’infermiera romana di 29 anni, Claudia Alivernini, che lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani.

Exit mobile version