Covid, record di infezioni in Repubblica Ceca. Praga chiede a Putin lo Sputnik

0
Sputnik V
(foto account facebook Lauro Marraci)

Nella Repubblica Ceca le poche e confuse misure prese dal governo non hanno saputo contenere la seconda ondata di Covid-19. Il primo ministro Babis ha chiesto a Putin, e ottenuto, l’invio del vaccino russo Sputnik V, nonostante non sia ancora stato approvato dall’Ema

La Repubblica Ceca sta diventando un’isola di sventura in mezzo all’Europa, che grazie ai vaccini si sta difendendo da una terza ondata di infezioni da coronavirus. Infatti mentre il numero globale di nuovi casi di Sars-Cov2 è diminuito da sei settimane consecutive la nazione dell’Europa centrale che conta 10 milioni di cittadini sta sperimentando livelli record di nuovi casi. Una nuova variante più infettiva del virus si è diffusa in tutto il paese, spingendo gli ospedali cechi sull’orlo del collasso. Il bilancio di vittime del paese è poco sopra i 20 mila casi e il tasso di mortalità è tra i più elevati del mondo. Subito dopo San Marino e Belgio, con un’incidenza di contagi pari a 884 positivi per milione di abitanti. Praga si è rivolta al presidente russo Putin per avere preso dosi del vaccino Sputnik V.

Sputnik V

Non c’è una spiegazione unica sul motivo per cui la Repubblica Ceca sia arrivata ad essere letteralmente travolta dai nuovi contagi. È una nazione relativamente ricca e come membro dell’Unione Europea ha accesso ai vaccini. La sanità pubblica funziona e non registra carenze di attrezzature mediche né di soluzioni track-and-trace. Forse per una sequela di piccoli passi falsi, decisioni tardive, messaggi sbagliati rivolti alla popolazione. La situazione ora è così fuori controllo che il governo ha deciso di chiedere aiuto alla Russia. Il primo ministro populista, Andrej Babis, ha dichiarato di essere pronto a utilizzare il vaccino russo anche senza l’autorizzazione dell’Ema. E d’accordo con l’ambasciata russa a Praga il primo lotto di Sputnik V dovrebbe essere a disposizione della sanità ceca molto presto.

Exit mobile version