Sondaggi choc per il Pd che crolla, superato da Lega, sempre prima, ma anche dal M5S con Conte e dalla Meloni

0
PD
(foto da account Twitter M. Sereni)

Il Pd, il partito a cui quasi tutti guardano a livello internazionale, come possibile stabilizzatore della politica italiana, crolla nei sondaggi. Addirittura è sorpassato dalla Meloni che mette nel mirino anche il M5S di Conte. A verificare il balzo felino di Fratelli d’Italia, è il sondaggio Swg, diffuso nel Tg di La7. Il partito della Meloni con il suo 16,8 % è ad un tiro di schioppo dal M5S che si attesta al 17,2%. Per la Lega non è cambiato molto, rimasta sempre sopra il 23%. Stabile Forza Italia al 7%. Scende anche Renzi al 2,5%. Bersani e Speranza sono attorno al 2%. Appare evidente che l’ufficialità di Giuseppe Conte nel movimento e il quasi contemporaneo annuncio delle dimissioni di Zingaretti abbiano influito nell’immediato giudizio. Ma come e’ possibile una simile seppur momentanea rivoluzione. Il partito imploso che supera quello che comunqUe dirigeva le operazioni nel centrosinistra. Che la Meloni viaggi in avanti è ormai un dato costante che il centrosinistra sia in piena crisi lo è ancora di più. Cosa spinga il Pd a farsi del male da solo, resta un mistero. Zingaretti si è dimesso ed in giro non c’è di meglio. Bisognerà aspettare il 13 marzo per vendere che cosa succederà nell’assemblea del Pd. La Pinotti, la Finocchiaro e Guerini sono tra le ipotesi per il nuovo segretario. E’ stato tirato in ballo anche Enrico Letta, che per ora però si defila. Certo e’ che un patrimonio e’ stato almeno finora sprecato. Ma se solo Occhetto non avesse fatto la svolta della Bolognina e soprattutto Veltroni non avesse costruito a fredda l’alleanza con i democristiani di sinistra, le cose sarebbero ben diverse. Troppi virus hanno cominciato a circolare in area dem è attualmente il vaccino non è l’ancora pronto.

.


Exit mobile version