Estate, è tempo di marmellate fatte in casa. Senza scordare la passata di pomodoro

0
Marmellate
(foto Espressolia da Pixabay)

Facili da fare, naturali e gustose. Le marmellate di frutta fresca sono un must della cucina estiva. Di fragole, ciliegie, albicocche e pesche le classiche che non deludono mai il palato. E poi non è vero che ingrassano. Si possono realizzare completamente al naturale e, volendo, anche senza zucchero. In20righe.it propone alcune ricette tra le più gettonate sul web e non solo.

Ricetta della nonna

Normalmente in casa viene voglia di fare le marmellate quando i frutti dell’albero del proprio giardino (o di quello del vicino) sono talmente tanti che non si sa più dove metterli. E più si aspetta più vanno a male. La ‘famosa’ ricetta della nonna torna sempre utile. Una ricetta semplice per una marmellata di ciliegie – le regine di giugno – da spalmare sul pane al mattino o per cucinare torte e crostate. Bastano un kg di ciliegie fresche 350 g di zucchero un limone e tanta pazienza. Bisogna infatti tagliare a pezzi le ciliegie e privarle del nocciolo, porle in una pentola alta aggiungere succo di mezzo limone e lo zucchero. Farle riposare per un ‘ora circa e poi sul fuoco lento per un’altra ora. Le ciliegie hanno bisogno di essere schiacciate ogni 15 minuti. Per una composta liscia e vellutata frullare l’amalgama una volta cotta. Importante: sterilizzare i vasetti prima di riempirli di marmellata. Per sicurezza rimettere sul fuoco i vasetti pieni di conserva per altri 30 minuti.

Albicocche

Tra le marmellate quella di albicocche è ancora più facile. I frutti vanno aperti per togliere il nocciolo e fatti a pezzi grossolanamente. Nella solita pentola alta cucinare a fuoco lento per un’ora un kg di albicocche con almeno 250 g di zucchero. Più sono mature le albicocche e più verrà zuccherina la marmellata. Se i frutti sono acerbi meglio aggiungere zucchero fino a 400 g circa. In cottura il colore scurisce per questo meglio spremere un mezzo limone nel composto. Nel frattempo mescolare ogni 10 minuti per non far attaccare al fondo della pentola. Chi ha tempo può far marinare i pezzi di frutta con lo zucchero e il limone per almeno mezz’ora prima di iniziare a cuocere. Chi invece preferisce non aggiungere lo zucchero lo può sostituire con la mela a pezzi.

Conserva di pomodoro

Le confetture sono simili alle conserve. Nel periodo estivo oltre alle marmellate si possono conservare i pomodori. L’estate infatti è anche la stagione di queste meravigliose ‘bacche americane’. Finiti i frutti degli alberi da marmellata si può procedere con la salsa di pomodoro fresca. La conserva fai-da-te di salsa di pomodoro è davvero semplice. L’ingrediente principale anche in questo procedimento è la pazienza. I pomodori vanno fatti bollire in acqua per 20 minuti. Poi passati al passaverdure. Infine, la salsa va fatta restringere in padella per ottenere la consistenza desiderata. Pastorizzare sempre in vasetto prima di riporla nella dispensa.

Exit mobile version