Palazzo Chigi
(foto governo.it)

Capienza negli stadi al 75%, non un grave danno visto che difficilmente gli spettatori assicuravano il tutto esaurito, soprattutto all’Olimpico di Roma. Cinema e teatro riaperti al 100% e discoteche al 50%. Queste le decisioni del governo prese in un Consiglio dei ministri a cui hanno partecipato tutti, Lega compresa. Aveva invece disertato tra le polemiche la precedente riunione del governo dove si doveva discutere sulla delega per la riforma fiscale con annessa riforma del catasto. Crisetta di governo dunque superata anche dopo il faccia a faccia tra Draghi e Salvini. Ovviamente le misure di oggi che vanno ben oltre le indicazioni del comitato tecnico scientifico appagano le richieste della Lega. Non certo un contentino, Draghi va avanti come ritiene meglio relegando i partiti sempre ad un ruolo minore.