Il presidente di Pfizer alla BBC, è probabile che avremo bisogno di vaccinazioni annuali

0
Pfizer
(foto World Economic Forum da en.wikipedia.org)

È probabile che avremo bisogno di vaccinazioni periodiche contro il Covid per molti anni a venire. Lo ha detto alla BBC il presidente e amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla. Sessant’anni, americano di origini greche, il capo dell’azienda farmaceutica statunitense ritiene necessario mantenere un “livello di protezione molto elevato”. Pfizer sta lavorando a un vaccino aggiornato in risposta alla variante Omicron, che potrebbe essere pronto in 100 giorni.

Dosi

Entro la fine dell’anno Pfizer avrà fornito tre miliardi di dosi del suo vaccino a RNA messaggero (mRNA). Per il 2022 è prevista la produzione quattro miliardi di dosi. La vendita dei vaccini ha portato a Pfizer introiti per circa 35 miliardi di dollari quest’anno e la quotazione delle sue azioni è salita. Bourla non nasconde il tema dei profitti e in parallelo sottolinea che “milioni di vite sono state salvate”. In assenza dei vaccini la stessa “struttura fondamentale della nostra società sarebbe minacciata”. Il vaccino ha il “costo di un pasto da asporto” nei paesi più ricchi e viene venduto senza scopo di lucro a quelli a basso reddito.

Frigorifero

Senza scordare che le vaccinazioni hanno consentito all’economia globale risparmi per migliaia di miliardi di dollari. Decisivo poi il “forte incentivo all’innovazione”. Uno dei problemi per la distribuzione nei paesi con servizi sanitari carenti è stato che il vaccino Pfizer doveva essere conservato a temperatura molto bassa, -70gradi. Entro l’inizio del prossimo anno, l’azienda annuncia il lancio di una nuova formulazione che potrà essere conservata per tre mesi in frigorifero. “Una cosa che – rileva Bourla – farà una enorme differenza” per esempio nei paesi dell’Africa subsahariana.

Pillola

Pfizer ha anche sviluppato una pillola antivirale, il Paxlovid, che in base ai primi studi ha ridotto i ricoveri ospedalieri e le morti di quasi il 90%. Il farmaco dovrebbe essere approvato a breve negli Stati Uniti. Sperimentazioni sono in corso anche su vaccini contro il Covid per i bambini sotto i cinque anni. Quanto ai vaccini tra i cinque e gli 11 anni, Bourla rimarca come il Covid stia colpendo in modo significativo il sistema educativo e come ci siano bambini che avranno sintomi gravi. “Quindi – afferma – non c’è dubbio che i benefici siano a favore di fare” il vaccino.

Amore

Per convincere i no vax recalcitranti, Bourla sottolinea: “L’unica emozione degli esseri umani più forte della paura è l’amore. Vaccinarsi non influenzerà solo la tua salute, ma anche la salute degli altri. E, in particolare, quella delle persone che ami di più e con le quali interagisci. Quindi prendi coraggio, supera le paure e fai la cosa giusta”. Bourla è stato al centro di diverse fake news, come quella che l’FBI l’aveva arrestato o che la moglie era morta a causa degli effetti collaterali del vaccino. “Quello che abbiamo dovuto passare – sostiene – non è niente in confronto alle vite che andranno perse a causa della spazzatura che certe persone hanno pubblicato”.

Exit mobile version