Green Film Lab, workshop per un’industria audiovisiva sostenibile. In gioco i fondi europei

0
film
(foto Jakob Owens on Unsplash)

Promuovere un approccio green nell’industria audiovisiva è l’obiettivo di Green Film Lab. Una proposta di workshop intensivi ideata dal TorinoFilmLab, laboratorio del Museo Nazionale del Cinema, e Green Film, progetto di Trentino Film Commission, in collaborazione con EAVE. Attraverso un approccio pratico e partecipativo, e lavorando concretamente su progetti di film, i partecipanti impareranno a mettere in pratica le procedure più attuali in termini di risparmio energetico. Si va dalla scenografia alla gestione e riciclo dei rifiuti, dai trasporti al vitto e a come ottenere una certificazione per i progetti.

Trento

Il primo workshop si terrà a Trento dal 29 aprile all’1 maggio. Le candidature possono essere inviate fino al 25 marzo. Seguiranno altri 2 workshop: dal 29 al 31 luglio a Palma di Maiorca e dal 14 al 16 ottobre a Sitges, sempre in Spagna. “Con questa iniziativa miriamo a rafforzare la consapevolezza sulle questioni ambientali e favorire un cambiamento di mentalità e di abitudini nel settore cinematografico”, die Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema. Mercedes Fernandez, managing director del TorinoFilmLab, sottolinea: “Produrre in modo rispettoso per l’ambiente sta diventando sempre più una condizione richiesta per accedere ai fondi europei”.

Certificazioni

Green Film concede la certificazione di progetti audiovisivi sostenibili in tutte le nazioni europee, incluse coproduzioni che prevedono le riprese in altri paesi. Con Green Film Lab, sostiene Luca Ferrario, direttore Trentino Film Commission, “vogliamo formare i produttori, permettendo loro di lavorare in maniera sostenibile, e allo stesso tempo far sì che le istituzioni possano riconoscere e premiare questo impegno”. TorinoFilmLab supporta autori e professionisti dell’audiovisivo internazionale, attraverso training, sviluppo e finanziamento. Dal 2008, oltre 1.500 professionisti sono stati formati dal TFL e 144 film completati e presentati nei principali festival mondiali. È promosso da Museo Nazionale del Cinema e realizzato grazie a Creative Europe-sottoprogramma MEDIA, Ministero della Cultura, Regione Piemonte e Città di Torino.

Exit mobile version