10.4 C
Roma
lunedì, 28 Novembre 2022

The Sandbox con Arianee porta i grandi brand nel Metaverso. Grazie agli NFT l’universo virtuale in 3D si collega al mondo reale

È un’alleanza che ci porta verso nuove dimensioni quella tra The Sandbox, la game software company di Hong Kong, e Arianee, la piattaforma leader di soluzioni web3 per i brand. Si tratta del cosiddetto “Metaverse Ready”, il primo servizio in assoluto che unisce asset virtuali e reali mediante soluzioni NFT. I due pionieri della tecnologia uniscono le proprie forze per offrire agli utenti una relazione unica con brand globali. Insomma, se possiedi nella vita reale un NFT (non-fungible token), il gettone crittografico per la certificazione di proprietà, allora puoi ottenere quello corrispondente nel metaverso e viceversa.

Blockchain

Il tutto garantito dalla blockchain, il registro digitale pubblico a prova di manomissione su cui si basano le criptovalute. Si apre in questo modo una strada a doppio senso tra il mondo reale e il metaverso. Le possibilità sono infinite e limitate solo dalla creatività dei brand, che avranno l’opportunità di mescolare offerte fisiche, digitali ed esperienziali coinvolgenti e allettanti per i loro utenti. The Sandbox, società controllata da Animoca Brands, è stata fondata nel 2014 da Yat Siu, di origini cinesi nato e cresciuto a Vienna. Si basa su una criptovaluta chiamata $SAND, che si può convertire negli appositi mercati, con cui è possibile acquistare appezzamenti virtuali, la cosiddetta LAND, in cui edificare il proprio mondo, ma anche personaggi e oggetti digitali.

Partner

Dalla sua creazione nel 2018, Arianee ha puntato a diventare un partner di primaria importanza per i brand che vogliono entrare nel web3. Annovera più di 40 marchi, da Moncler a Breitling, da Mugler a Panerai, e ancora Printemps, Groupe Casino,IBM, Ba&Sh, IWC, Paris Fashion Week e il gruppo Richemont. I settori del lusso hanno subito profondi cambiamenti negli ultimi anni, alla ricerca di sempre nuovi canali per integrare la vendita al dettaglio. Passando attraverso l’e-commerce, le piattaforme ‘second hand’ per un pubblico più vasto, fino a raggiungere ora il metaverso e gli NFT. La posta in gioco è molto alta, secondo Forbes il metaverso offre l’opportunità di ricavi pari a 1 trilione di dollari.

Avatar

“L’avatar rappresenta per gli utenti la chiave per entrare nel metaverso – dice Sebastien Borget. co-fondatore e COO di The Sandbo -. Esprimersi portando i propri marchi prediletti dal mondo fisico a quello digitale e rivivere quel senso di appartenenza nel proprio avatar sarà un elemento di fortissima attrazione”. The Sandbox e Arianee sfrutteranno token e wallet digitali come nuovo strumento per esperienze veramente omnicanale. “Sono entusiasta di vedere i primi brand creare un ponte tra il loro modello tradizionale e questi nuovi spazi – afferma Pierre-Nicolas Hurstel, CEO e co-fondatore di Arianee -. I loro clienti ora viaggeranno senza soluzione di continuità tra il mondo fisico e quello digitale”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti