15.5 C
Roma
venerdì, 23 Febbraio 2024

Va in scena a Baku la celebrazione del patrimonio culturale dell’Azerbaigian, dal Forum al museo del tappeto – patrimonio UNESCO

In chiusura oggi a Baku il primo Forum del patrimonio culturale dell’Azerbaigian, organizzato dalla Fondazione Heydar Aliyev e dal Ministero della Cultura. Il Forum ha ospitato martedì la sua ultima sessione di discussione sul tema ‘Patrimonio culturale e architettura moderna – principi di pianificazione urbana’, come riporta News.az. La sessione è stata moderata dal vicepresidente del Comitato di Stato per la pianificazione urbana e l’architettura dell’Azerbaigian Ilgar Isbatov. Il vice rettore dell’Università ADA, Fariz Ismayilzade, ha fornito informazioni sulla ricostruzione e il restauro in corso del Seminario per insegnanti di Gazakh, sottolineando il suo impatto positivo sul settore dell’istruzione nel distretto di Gazakh. Il consigliere del Rappresentante speciale del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian nei territori liberati della regione economica del Karabakh (escluso il distretto di Shusha) Faig Hajiyev ha parlato del Museo dell’occupazione e della vittoria, che sarà costruito ad Aghdam. La sessione ha visto anche l’intervento del dipendente della Riserva statale della città di Shusha, Muslim Imranli, che ha parlato delle città moderne e della nuova urbanizzazione.

Il monitoraggio dei monumenti

È stato molto significativo il lavoro svolto negli ultimi anni per preservare e restaurare il patrimonio culturale dell’Azerbaigian, ha spiegato il viceministro Saadat Yusifova: “nel 2020-2022, il Servizio statale per la protezione, lo sviluppo e il restauro del patrimonio culturale dell’Azerbaigian ha ispezionato 433 monumenti storici e culturali. Inoltre, ha condotto un monitoraggio dei monumenti di recente scoperta, identificando circa 182 oggetti con caratteristiche storiche, architettoniche e archeologiche che non erano stati precedentemente registrati dallo Stato”. Il forum, che è chiusura oggi 20 dicembre, ha accolto discussioni sulla conservazione, lo sviluppo e la promozione della cultura e del patrimonio nazionale. Tra gli argomenti trattati figurano la situazione attuale, il sostegno statale al patrimonio materiale e immateriale, le belle arti e le arti applicate, i monumenti storici e varie aree correlate.

I tappeti patrimonio UNESCO

Uno dei monumenti storici più famosi del Paese, con sede a Baku è il Museo del tappeto. Il Museo del Tappeto dell’Azerbaigian è un museo che mette in mostra i tappeti azeri e gli oggetti che appartengono all’arte di tessitura di tappeti di vari periodi storici. Contiene la più vasta collezione dei tappeti azeri nel mondo. Il museo è diventato un centro di ricerca e di formazione culturale dove si tengono molti eventi come mostre, simposi e conferenze internazionali. Il Museo dei Tappeti dell’Azerbaijan fu fondato nel 1967 e al momento della fondazione era l’unico museo dedicato ai tappeti al mondo. L’obiettivo principale della creazione del museo era quello di valorizzare il tappeto azero come una delle componenti più importanti del patrimonio artistico nazionale. Il 26 aprile 1972 ci fu la prima esposizione, che fu presentata nell’edificio della Moschea Juma, un monumento architettonico del XIX secolo, situate nella Città Vecchia. La moschea fu costruita nel XV secolo e ristrutturata nel XIX secolo. Nel 1992, dopo il crollo dell’URSS, il museo fu trasferito al secondo piano di quello che oggi è il Baku Museum Center, un edificio che era stato originariamente il museo di Lenin. La collezione fu nominata tale in onore del tessitore di tappeti Latif Karimov. Dal 2010 i tappeti azeri sono stati inseriti nell’elenco come patrimonio culturale dall’UNESCO. A cavallo degli anni 1970-1980 con il sostegno costante della leadership del Paese, il museo ha aggiunto alla sua vasta collezione sempre più oggetti artigianali di alta qualità e importanza storica. Il suggestivo tour virtuale online del museo si trova su Youtube ad opera di kmetro0; mentre per le visite in loco, i biglietti sono in vendita sul sito www.viator.com.

Oriana Mariotti
Oriana Mariotti
Giornalista pubblicista dal 1997. Esperta di comunicazione a 360° ha partecipato alla nascita di Virgilio.it (Matrix), ex manager Gruppo Fiat e Gruppo L’Espresso. Laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Roma LUMSA.

Altro dall'autore

Articoli più letti