15.5 C
Roma
venerdì, 23 Febbraio 2024

Ondata di freddo estremo nel nord Europa, in Svezia temperature sotto i -40. Per gli scienziati però il 2023 è stato l’anno più caldo mai registrato

Clima sempre più pazzo. Il freddo estremo, con punte di -40 gradi sotto zero, attanaglia l’Europa del nord, Scandinavia e Russia. Gli eventi limite dal punto di vista meteorologico legati al cambiamento climatico colpiscono nel modo più vario e inaspettato. Gli scienziati hanno confermato che il 2023 è stato l’anno più caldo mai registrato. Le media globale annuale della temperatura è salita di 1,4 gradi sopra i livelli preindustriali. Le emissioni di gas serra, rilasciate dalla combustione dei combustibili fossili per produrre energia, sono state più alte che mai.

Eventi

Eventi meteorologici estremi e temperature record sono questioni ormai difficili da ignorare per tutti. All’ultima conferenza mondiale sul clima – COP28 – del dicembre scorso, i leader globali dopo giorni di impegnative negoziazioni hanno finalmente accettato di “abbandonare” i combustibili fossili, principale causa della crisi climatica. Tuttavia, il testo finale non prevede una data prestabilita per l’eliminazione totale di petrolio, gas e carbone. Intanto un’ondata di freddo gelido ha travolto la Svezia e la Finlandia, con temperature scese ai minimi storici. Per la Svezia si tratta della temperatura più fredda registrata in da 25 anni nel mese di gennaio.

Lapponia

A Kvikkjokk-Arrenjarka, nella Lapponia svedese, la colonnina di mercurio è scesa a meno 43,6° sotto zero. Nel villaggio di Nikkaluokta, abitato dagli indigeni Sami, comunemente conosciuti come lapponi, si è registrata una temperatura di meno 41,6 gradi. Secondo l’Istituto meteorologico e idrologico svedese una massa di alta pressione con aria fredda ha ricoperto la parte settentrionale del Paese, facendo segnare temperature notturne comprese tra i meno 25 e i meno 35 gradi, con un’ondata di gelo destinata a permanere per tutta la settimana. A Umea, la città la più popolosa dell’area settentrionale della Svezia con oltre 100mila abitanti, le temperature sono scese a meno 30,7 gradi sotto lo zero. In assoluto la temperatura più fredda di gennaio – meno 49 gradi – è stata registrata in Svezia il 27 gennaio 1999, nella cittadina di Karesuando vicino al confine con la Finlandia. Nel secolo in corso la temperatura più fredda in Svezia è rappresentata dai -44 gradi del febbraio 2001 a Storbo.

Crollate

Anche nella vicina Finlandia le temperature sono crollate e oscillano tra meno 20 e meno 30 gradi. Per il locale Istituto meteorologico nelle zone centrali e settentrionali della Finlandia nei prossimi giorni le temperature dovrebbero scendere fino a meno 40 gradi. Aria fredda proveniente dalla Siberia e dalla regione artica si è riversata anche sulla Russia occidentale, con temperature a Mosca scese fino a meno 30 gradi, ben al di sotto della media di inizio gennaio.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti