back to top
24.7 C
Roma
giovedì, 20 Giugno 2024

Ucraina: in nome del ‘rinnovamento’ Zelensky silura il capo delle forze armate

Alla vigilia dell’inizio del terzo anno dall’invasione russa (24 febbraio 2022) e a conferma delle voci che si rincorrevano da giorni a Kiev sull’assenza di feeling con il comandante delle sue forze armate, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ‘silurato’ il super-generale Valery Zaluzhny nominando al suo posto il generale Oleksandr Syrsky, dal 2019 comandante delle Forze terrestri. Lo stesso leader ucraino ha dato la notizia con un post su X ed un altro su Telegram, una rimozione in nome del rinnovamento. “Ho incontrato il generale Valerii Zaluzhny, l’ho ringraziato per i due anni trascorsi a difendere l’Ucraina. Abbiamo discusso del rinnovamento di cui le forze armate ucraine hanno bisogno. Abbiamo anche discusso su chi potrebbe far parte della rinnovata leadership delle forze armate ucraine” ha scritto Zelensky aggiungendo di aver proposto a Zaluzhny di “restare nella squadra”. Subito dopo il presidente ucraino ha esortato la leadership militare del Paese “a elaborare una nuova strategia per quest’anno per respingere le forze russe”. Zelensky sollecita pertanto “un piano d’azione realistico e dettagliato per le forze armate ucraine per il 2024 tenendo conto della situazione reale sul campo di battaglia attuale e delle prospettive”

Gianfranco Eminente
Gianfranco Eminente
Cronista prima di tutto. Ha iniziato il praticantato ed è diventato giornalista professionista lavorando per 'Il Giornale d'Italia' nel 1974. E' passato poi all'Agenzia Italia ricoprendo vari incarichi: inviato speciale, capo degli Esteri e del servizio Diplomatico, anche quirinalista e dal 1989, a Montecitorio, redattore capo e responsabile del servizio Politico di questa primaria agenzia di stampa nazionale. Nel 2001 è stato nominato vice-Direttore vicario sempre all'Agi, incarico che ha mantenuto fino al 2009. Giornalista parlamentare.

Altro dall'autore

Articoli più letti