back to top
10.3 C
Roma
sabato, 20 Aprile 2024

USA: Commander, il cane lupo di Biden, ha morso il personale dei Servizi Segreti almeno 24 volte. L’animale allontanato dalla Casa Bianca

Da ottobre scorso Commander, il pastore tedesco cane di famiglia del presidente Joe Biden, è stato allontanato dalla Casa Bianca. L’animale ha morso personale dei Servizi Segreti, impegnati per la sicurezza del presidente, in almeno 24 incidenti sia a Washington sia in altre pertinenze come la residenza di Camp David in Maryland. Lo rivelano documenti ottenuti dalla CNN in base a una richiesta secondo il Freedom of Information Act (FOIA). Il numero degli incidenti sarebbe ancora più alto, poiché ne sarebbero rimasti vittima anche altri lavoratori della Casa Bianca. Il problema era diventato talmente serio da portare alla decisione di collocare il cane presso altri componenti della famiglia Biden.

Mordace

Commander si era unito alla famiglia da cucciolo nel dicembre 2021 e i Biden hanno ripetutamente cercato di gestire la situazione iniziata nell’ottobre 2022, con incidenti durati un anno intero. Anche il vecchio cane di famiglia, Major, aveva causato nel 2021 un infortunio a un agente dei Servizi Segreti ed era stato spostato in modo permanente nella casa dei Biden nel Delaware. Il personale dei Servizi Segreti non si prende cura direttamente degli animali domestici, ma naturalmente deve ridurre al minimo qualsiasi impatto negativo provocato dagli stessi. Una fonte vicina ai Biden ha detto alla CNN che la famiglia si sente “mortificata” e ha il “cuore spezzato” per gli incidenti provocati dal cane mordace. “Commander è iperprotettivo e anche se hanno provato e riprovato a lavorare sul suo comportamento, alla fine hanno dovuto lasciarlo andare a vivere con altri membri della famiglia”.

Guinzaglio

La direttrice della comunicazione della first lady, Jill Biden, in una dichiarazione alla CNN ha rimarcato: “Il presidente e la first lady hanno profondamente a cuore la sicurezza di coloro che lavorano alla Casa Bianca e di quanti li proteggono ogni giorno. Nonostante l’ulteriore addestramento del cane, il guinzaglio, il lavoro con i veterinari e la consulenza con comportamentisti animali, l’ambiente della Casa Bianca si è rivelato inadeguato per Commander. Dall’autunno è passato a convivere con altri componenti della famiglia”. Il portavoce dell’USSS (United States Secret Service), Anthony Guglielmi, ha rilevato: “Gli incidenti che hanno coinvolto Commander sono stati trattati come infortuni sul lavoro, con eventi documentati in conformità con le linee guida dei Servizi Segreti e del Dipartimento per la Sicurezza interna degli Stati Uniti”.

Gatto

Nelle oltre 400 pagine di documenti esaminate dalla CNN, debitamente tagliati proteggere l’anonimato del personale del USSS e i dettagli operativi, si cita il caso di un agente che operava nella residenza di Rehoboth Beach nel Delaware, gravemente morso all’avambraccio sinistro, tanto da portare all’applicazione di vari punti di sutura e a una profilassi antibiotica. Un altro incidente si è verificato mentre Biden e Commander stavano entrando nella Sala delle Palme alla Casa Bianca attraverso il Colonnato Ovest, il presidente – si legge nel rapporto – è rimasto “sotto shock”. I Biden sono proprietari di cani da sempre e l’immagine di Commander figurava ancora, dopo che il cane aveva già lasciato il 1600 di Pennsylvania Avenue, nel biglietto di auguri natalizio, insieme al gatto Willow.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti