Derby Coree, il calcio come la "guerra" nello stadio vuoto

. Cronaca

Corea del Nord contro Corea del Sud, si è giocato martedì, nello stadio Kim Il-Sung di Pyongyang a spalti completamente vuoti e in assenza di copertura dei media, il derby del gruppo H della zona asiatica delle qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2022 in Qatar. Risultato finale 0 a 0, ma è stato come essere "in guerra", hanno affermato di ritorno a Seul i giocatori del Sud. Diretta Era la seconda volta che le due nazionali di affrontavano a Pyongyang, ma questa volta il regime Kim Jong-un ha deciso di vietare il match a tutti i tifosi e anche a giornalisti e tv, con il veto alla diretta della partita.  Il capitano sudcoreano, Son Heung-min, che gioca in Inghilterra nel Tottenham e viene considerato come il miglior calciatore asiatico della storia, ha commentato: "La partita è stata molto aggressiva, al punto che penso sia un grande risultato essere tornati a casa senza infortunati. I giocatori del Nord erano nervosi, aggressivi e continuavano a imprecare contro di noi". Il vicepresidente della Federazione calcio sudcoreana, Choi Young-il, conferma l'atteggiamento ostile anche dei dirigenti del Nord: "Quando ho cercato di parlare con loro non mi hanno nemmeno guardato negli occhi e praticamente non hanno risposto". Cartellini Il referto ufficiale della Fifa riferisce soltanto di due cartellini gialli per parte, ma il clima di grande tensione in cui si è svolto l'incontro è testimoniato in un tweet dell'ambasciatore di Svezia a Pyongyang, Joachim Bergstrom, uno dei pochi spettatori ammessi allo stadio, che ha filmato uno dei momenti di attrito in campo tra le due squadre. Presente al match anche il presidente della Fifa, Gianni Infantino, che si è detto "deluso" e "sorpreso" dall'assenza dei tifosi. Secondo quanto riferisce la BBC, l'agenzia di stampa ufficiale nordcoreana KCNA si è limitata a un lapidario commento: "La partita, dopo attacchi e contrattacchi, si è conclusa con un pareggio". DVD La tv di Stato nordcoreana ha consegnato ai colleghi del Sud un dvd con la registrazione della partita, ma sembra che il filmato sia di qualità troppo scarsa per potere essere ritrasmesso. Tecnicamente i due paesi sono ancora in guerra, le ostilità si conclusero nel 1953 con un armistizio e dopo di allora non è mai stato firmato un trattato di pace. Nel 2018 sembrava essere stato raggiunto il disgelo sportivo, quando le due nazionali marciarono insieme all'apertura delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, proprio in Corea del Sud, e venne schierata una squadra mista nell'hockey su ghiaccio femminile. Inefficace Sul fronte politico diplomatico i rapporti tra Seoul e Pyongyang sono a un punto particolarmente basso, con i colloqui per la denuclearizzazione del Nord - con la non particolarmente efficace mediazione di Trump - in stallo e da un lato i ripetuti test missilistici del Nord e dall'altro le esercitazioni militari congiunte del Sud con gli americani.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi