Open Arms, Conte ordina sbarco minori. Salvini abbozza, ma scoppia caso di quelli ‘finti’

. Cronaca

Open Arms: alla fine il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, deve abbozzare. Su indicazione del premier, Giuseppe Conte, i 27 minori non accompagnati sulla nave della Ong spagnola sono stati sbarcati a Lampedusa. In una nuova lettera indirizzata al responsabile del Viminale, il presidente del Consiglio aveva ribadito l'ordine di sbarco immediato per i minori di 18 anni e la disponibilità di vari paesi con l'impegno della Commissione europea a condividere l'ospitalità degli altri naufraghi, indipendentemente dalla loro età. A bordo rimangono ancora 107 persone. Presunti Nella sua risposta a Conte Salvini afferma: "Prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori. Darò pertanto, mio malgrado e come ennesimo esempio di leale collaborazione, disposizioni affinché non vengano frapposti ostacoli all'esecuzione di tale tua esclusiva determinazione". Ma il leader della Lega non cambia orientamento: ""Con altrettanta sincerità ti rappresento il rammarico e la preoccupazione che tale tua determinazione possa provocare una irreversibile ed onerosa presa in carico, per il nostro paese, dell'assistenza di soggetti che, successivamente, potrebbe rivelarsi non dovuta, col risultato di far pesare solo sul contribuente italiano le conseguenze dell'attività di fiancheggiamento dell'immigrazione clandestina attuata da navi straniere. Quella delle Ong è una battaglia politica, non certo umanitaria, giocata sulla pelle degli immigrati. Vergogna. Io non mollo". Identificazione Più tardi, dopo le procedure di identificazione dei giovani sbarcati, Salvini affida la sua ironia amara a un tweet: "Mi riferiscono da Lampedusa che dei 27 già 8 si sono dichiarati maggiorenni! Vedremo gli altri... Dopo i 'malati immaginari', ecco i 'minorenni immaginari'! Mentre altri cedono, io non cambio idea". Quella dei malati immaginari è un'altra delle querelle legata alla vicenda Open Arms. I responsabili della Ong avevano richiesto lo sbarco urgente per motivi di salute di 13 naufraghi. Otite Dopo le visite il responsabile del poliambulatorio di Lampedusa, Francesco Cascio, aveva segnalato che in base ai referti erano tutti in buone condizioni, salvo uno colpito da otite "facilmente curabile". La Procura di Agrigento ha disposto una ispezione medica a bordo della Open Arms per accertare le condizioni igienico-sanitarie, mentre proseguono gli accertamenti dell'inchiesta, a carico di ignoti, per sequestro di persona, in seguito all'esposto dei legali della Ong spagnola.
(foto da profilo Twitter Open Arms)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

Aggiungi commento

Tutti i lettori possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni del sito. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere il proprio parere su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i commenti che risulteranno essere in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.



Aggiorna