Corona-bond, Ursula fa la "signora no". Conte: "Mi batterò fino all'ultimo"

. Economia

Il germe dell'egoismo è tornato e la "mancanza di solidarietà rappresenta un pericolo mortale per l'Unione europea". Jacques Delors, 94 anni, ex presidente della Commissione Ue ed europeista storico, affida all'agenzia Afp uno dei suoi rari interventi per mandare un serio ammonimento ai capi di Stato e di governo di questa Europa che sembra incapace di affrontare la minaccia alla sua stessa esistenza dell'epidemia da Coronavirus. Divisione Quella stessa Europa che di fronte alla crisi del debito della Grecia, all'emergenza migratoria e alla Brexit aveva visto tremare il suo progetto, ma che non era affondata. Ora il disastro economico legato alla pandemia produce più divisione che collaborazione. Italia, Spagna e Francia spingono per trovare un modo per sostenere l'onere finanziario, ma Olanda e Germania temono i loro vicini del Sud e il loro debito e non vogliono i Corona-bond, considerati anticamera agli spaventosi Eurobond, che potrebbero minare la stabilità della moneta unica. Quindi, niente danaro a bassissimi tassi d'interesse o a zero interessi, a meno di accettare le rigide regole dell'austerity che hanno strangolato Atene. "Se l'Europa non affronta questa sfida senza precedenti, l'intera struttura europea perde la sua ragion d'essere per il popolo", ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte al Sole24Ore. Solidarietà Il presidente francese, Emmanuel Macron, intervistato dai maggiori quotidiani italiani offre una sponda: "Non supereremo questa crisi senza una forte solidarietà europea. Ciò potrebbe comportare la capacità di indebitamento comune, comunque venga chiamato, oppure un aumento del bilancio dell'Ue, per fornire un sostegno reale ai paesi più colpiti". Parole che sembrano una freccia al cuore di una rigorista come la cancelliera Angela Merkel e consentono al premier olandese, Mark Rutte, di dire spavaldo: "Sarebbe come attraversare il Rubicone, porterebbe l'Eurozona in un altro territorio". Slogan Secco il primo ministro portoghese, Antonio Costa, "Questo tipo di risposta meschina mina completamente lo spirito dell'Ue", ma la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, ha sposato la linea nordica: "La parola Corona-bond è solo una sorta di slogan. Dietro c'è la grande questione delle garanzie. E su questo le riserve della Germania come di altri paesi sono giustificate". per poi mitigare soltanto un po': "Come Commissione abbiamo ricevuto il mandato dal Consiglio di elaborare un piano di ricostruzione. Questo è il binario sul quale stiamo lavorando". Appuntamento Conte - nella conferenza stampa in cui ha annunciato 4,3 miliardi ai Comuni e 400 milioni per quanti non hanno i soldi per fare la spesa, per correre ai ripari quando l'inquietudine nella popolazione cresce soprattutto al Sud - afferma: "Aspettiamo le proposte dell'Eurogruppo, ma qui c'è un appuntamento con la storia e la storia non aspetta. L'emergenza riguarda tutti i paesi europei, mi batterò fino all'ultimo per una risposta europea forte e vigorosa".
(foto di Mediamodifier da Pixabay)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi