L'Europa sotto l'attacco del terrorismo jihadista, dalla Spagna alla Finlandia. Due italiani tra le vittime di Barcellona

. Esteri

L'Europa, dalla Spagna alla Finlandia, è sotto l'attacco del terrorismo jihadista. Non si sa ancora quanto questa nuova serie di attentati faccia emergere un collegamento tra i diversi episodi ma la quasi contemporaneità e l'immediata successione degli attacchi - da quello alle ramblas di Barcellona, ieri pomeriggio (14 morti e ottanta feriti, quindici gravi); a quello, stanotte, di Cambrilis, località turistica a 100 chilometri dalla capitale catalana (una donna morta e sei feriti); a Wuppertal, in Germania, oggi, dove un uomo armato di coltello ha ucciso un passante e ferito diverse persone; all'ultimo, a Turku, nel sud della Finlandia, dove al grido "Allah Akhbar" uno o più terroristi hanno accoltellato i passanti uccidendone due e ferendone altri sei prima che uno di loro venisse ferito dalla polizia - fa ipotizzare un passaggio di una sorta di parola d'ordine, da un paese all'altro, e non solo semplici gesti emulativi da parte di 'cellule dormienti' jihadiste che hanno deciso nelle stesse ore di seguire l'esortazione del Califfo a colpire gli 'infedeli' con qualsiasi mezzo, dal semplice coltello al furgone lanciato contro la folla. In Spagna, dopo l'attacco alle Rablas che ha provocato la morte anche di due ragazzi italiani, Luca Russo, 25 anni, e Bruno Gulotta, 35 anni (le vittime dell'attentato appartengono a 34 diverse nazionalità). A Barcellona la polizia bracca quattro persone, tutte di origine marocchina, tra cui l'autore materiale dell'attentato, Moussa Oubakir, fratello diciassettenne dell'uomo i cui documenti hanno consentito al commando di terroristi di noleggiare due furgoni. Gli altri sono Mohame Hychami, Younes Abouaaqoub e Said Aallaa. Altri quattro uomini sono stati arrestati come componenti la cellula che si apprestava a compiere una strage ancora più efferata con auto imbottite di bombole di gas, salvo poi 'ripiegare' sul furgone-killer. A Cambrilis tutti e cinque i terroristi che hanno iniziato l'attacco, sempre con un'auto conto i passanti, sono stati uccisi dalla polizia. A Wuppertal, nel Nordreno-Westfalia, in Germania una persona è stata uccisa e un'altra è rimasta ferita in un attacco da parte di una persona armata di coltello a Wuppertal, nel Nordreno-Westfalia. L'attentatore è in fuga.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi